Cac 40: Mentre in Svizzera i tassi continuano a scendere, il CAC 40 sta risalendo

Cac 40: Mentre in Svizzera i tassi continuano a scendere, il CAC 40 sta risalendo
Cac 40: Mentre in Svizzera i tassi continuano a scendere, il CAC 40 sta risalendo
-

(BFM Bourse) – L’indice è salito leggermente a metà sessione di questo giovedì. Danone fa un passo indietro dopo aver annunciato le grandi linee della nuova fase del suo piano strategico “Renew”.

La Borsa di Parigi ha navigato in acque meno agitate negli ultimi giorni, dopo aver sofferto la scorsa settimana. Il CAC 40 ha guadagnato lo 0,9% a metà sessione questo giovedì, a 7.641 punti, una variazione che segue un calo dello 0,8% di mercoledì e due sessioni di rialzi moderati, lunedì e martedì.

I mercati rimangono in attesa, continuando a monitorare la politica francese. In una nota dettagliata di giovedì, UBS ha esaminato diversi scenari per le elezioni legislative. Per quanto riguarda le implicazioni sui mercati azionari, la banca svizzera non si aspetta che il premio di rischio sui titoli francesi diminuisca nei prossimi giorni.

Ma il calo delle azioni francesi “potrebbe rappresentare un’opportunità di acquisto se il risultato elettorale dimostrasse che il partito di (Marine) Le Pen non ha soddisfatto le aspettative”, ritiene l’establishment svizzero.

“È l’agenda politica più dirompente che propone a far salire i premi di rischio, e il suo debole risultato elettorale potrebbe quindi consentire una rivalutazione”, aggiunge.

>> Accedi alle nostre analisi grafiche esclusive e ottieni informazioni dettagliate sul portafoglio di trading

Danone lascia il mercato affamato

In Svizzera, la Banca nazionale svizzera (BNS), la banca centrale del Paese con quattro lingue ufficiali, ha deciso di abbassare i tassi per la seconda volta dall’inizio dell’anno, portando il tasso di riferimento all’1,25%.

Questa misura è stata “probabilmente più influenzata dall’apprezzamento del franco negli ultimi due mesi che da un percepito allentamento delle pressioni inflazionistiche interne”, sottolinea Capital Economics. “A nostro avviso difficilmente la BNS ridurrà ulteriormente i tassi quest’anno, perché la domanda interna sta già iniziando a riprendersi e l’inflazione rimarrà al livello attuale”, aggiunge il think tank.

Gli investitori seguiranno questo pomeriggio la pubblicazione delle nuove richieste settimanali di disoccupazione negli Stati Uniti e, venerdì, il rilascio degli indici PMI, che misurano l’attività del settore privato, in molti paesi.

Sul lato valore, Danone viene sanzionato dal mercato (-4,7%) dopo aver svelato la nuova parte, per il periodo 2025-2028, del suo piano strategico Renew. Ma gli obiettivi annunciati non sembrano avere un sapore particolare per gli investitori.

Bic crolla del 9,9%. Lo specialista in articoli di cancelleria, rasoi e accendini ha abbassato le sue previsioni di crescita per il 2024 a causa di un mercato statunitense degli accendini più difficile di quanto inizialmente previsto.

Sugli altri mercati l’euro ha ceduto lo 0,2% rispetto al dollaro a 1,0729 dollari. Il petrolio si muove a malapena. Il contratto di agosto sul Brent del Mare del Nord è avanzato dello 0,22% a 85,26 dollari al barile mentre quello della stessa scadenza sul WTI quotato a New York è rimasto stabile a 81,58 dollari al barile.

Julien Marion – ©2024 Borsa BFM

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole