L’oro tocca il massimo di due settimane poiché i deboli dati economici statunitensi mantengono intatte le previsioni di taglio dei tassi di interesse

L’oro tocca il massimo di due settimane poiché i deboli dati economici statunitensi mantengono intatte le previsioni di taglio dei tassi di interesse
L’oro tocca il massimo di due settimane poiché i deboli dati economici statunitensi mantengono intatte le previsioni di taglio dei tassi di interesse
-

I prezzi dell’oro sono saliti ai massimi di due settimane giovedì dopo che i recenti deboli dati economici statunitensi hanno rafforzato le aspettative del mercato per un taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve durante tutto l’anno, mentre anche l’incertezza sulle elezioni multiple in tutto il mondo ha fornito supporto.

L’oro spot è salito dello 0,3% a 2.333,69 dollari l’oncia alle 09:08 GMT, dopo aver toccato il livello più alto dal 7 giugno all’inizio della sessione. I futures dell’oro statunitense sono rimasti stabili a 2.347,30 dollari.

“L’oro rimane guidato principalmente dalle aspettative del mercato riguardo all’orientamento della politica della Fed. Potrebbe rimanere all’interno di un range per qualche tempo, fino a quando i dati economici statunitensi non apriranno la strada a tassi più bassi. “abbassare gli interessi e innescare il prossimo rally dell’oro”, ha affermato Han Tan, capo analista di mercato presso Exinity Group.

I dati della scorsa settimana hanno mostrato una moderazione del mercato del lavoro e pressioni sui prezzi, seguiti martedì da dati deboli sulle vendite al dettaglio, suggerendo che l’attività economica è rimasta fiacca nel secondo trimestre.

La Fed è alla ricerca di ulteriori conferme del rallentamento dell’inflazione mentre si muove con cautela verso quello che la maggior parte degli osservatori prevede saranno uno o due tagli dei tassi entro la fine dell’anno.

Tassi di interesse più bassi riducono il costo opportunità di detenere lingotti senza rendimento.

Inoltre, l’oro è stato sostenuto da richieste di rifugio sicuro a causa delle continue tensioni geopolitiche, dei rischi economici al ribasso e dell’incertezza che circonda la politica francese.

La settimana scorsa, il presidente francese ha indetto elezioni anticipate, con gli elevati livelli di debito della Francia che sono fonte di preoccupazione per gli operatori di mercato.

Per l’immediato futuro, l’attenzione del mercato è rivolta ai dati settimanali sulla disoccupazione negli Stati Uniti, previsti per le 12.30 GMT, nonché agli indici flash dei gestori degli acquisti di venerdì.

“Abbiamo una visione positiva dell’oro con un obiettivo di prezzo di 2.500 dollari l’oncia entro la fine del 2024”, hanno affermato in una nota gli analisti di ANZ.

L’argento spot è salito dell’1,5% a 30,19 dollari l’oncia, il platino è cresciuto dello 0,1% a 981,66 dollari e il palladio ha guadagnato lo 0,2% a 906,46 dollari.

-

NEXT VIDEO. Marcatore contro il Canada, Lionel Messi porta l’Argentina alla finale di Copa America