Grecia | Incendio a sud-est di Atene alimentato da forti venti

-

(Atene) Un incendio a sud-est di Atene, alimentato mercoledì da forti venti e alte temperature, ha portato all’evacuazione di due località, hanno annunciato le autorità greche, che hanno avvertito di un incendio “a rischio molto elevato” in diverse regioni.


Pubblicato alle 12:05

Aggiornato alle 12:22

“L’incendio si è propagato rapidamente nella zona a causa dei venti molto forti con raffiche che hanno raggiunto la forza 8 della scala Beaufort” (da 62 a 74 km/h), ha spiegato il portavoce dei vigili del fuoco, Vassilis Vathrakogiannis, in una conferenza stampa.

“Quasi ogni 10 minuti osserviamo lo scoppio di un incendio” in Grecia, ha preoccupato Vathrakogiannis, precisando tuttavia che “la maggior parte” è riuscita a essere tenuta sotto controllo rapidamente.

A una trentina di chilometri a sud-est del centro di Atene, sono stati dispiegati 145 vigili del fuoco con 45 veicoli, sei aerei e 11 elicotteri e il traffico automobilistico è stato interrotto nella zona, che conta molte case vicino alla cittadina di Koropi.

Gli abitanti di due villaggi circostanti e di tre scuole private sono stati evacuati preventivamente, hanno riferito i servizi della Protezione civile.

Gli allarmi sono stati inviati ai cellulari delle persone della zona, hanno detto.

Poiché mercoledì nell’Attica, la regione attorno ad Atene, sono state registrate temperature fino a 37°C, la Protezione civile ha avvertito che mercoledì e giovedì il rischio di incendi in diverse zone del Paese è “molto elevato”.

FOTO PETROS GIANNAKOURIS, STAMPA ASSOCIATA

I vigili del fuoco stanno cercando di spegnere l’incendio che divampa nel sobborgo di Koropi, a est di Atene.

Ma il ministro della Crisi climatica, Vassilis Kikilias, ha assicurato che l’incendio vicino ad Atene, scoppiato tra i cespugli, è di origine criminale e non è stato causato “solo dalle condizioni meteorologiche”.

“I vigili del fuoco e le autorità investigative della polizia hanno materiale visivo che mostra chiaramente un uomo che accende un fuoco nell’erba secca”, ha aggiunto durante una conferenza stampa.

La Grecia ha recentemente inasprito le sanzioni per gli incendi dolosi. Gli autori degli incendi ora possono essere condannati fino a 20 anni di carcere e con una multa fino a 200.000 euro.

Mercoledì i vigili del fuoco stanno combattendo su cinque fronti principali, nel Peloponneso (sud), sull’isola egea di Lesbo, a Préveza (nord-ovest), a Larissa (centro) e vicino a Salonicco (nord), secondo le autorità.

La protezione civile ha avvertito che giovedì sarà nuovamente una giornata con “rischio incendio molto elevato”.

La Grecia, abituata alle ondate di caldo, si sta preparando da settimane per un’estate particolarmente difficile sul fronte delle ondate di caldo e degli incendi boschivi dopo aver sofferto l’inverno più caldo della sua storia, hanno avvertito le autorità.

La settimana scorsa il paese mediterraneo ha anche attraversato la sua prima forte ondata di caldo, con temperature che hanno raggiunto localmente più di 44°C.

Nel 2023 ha subito incendi devastanti e un’ondata di caldo di due settimane, senza precedenti nella sua durata.

Secondo il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC), l’aumento delle temperature causato dalle emissioni di combustibili fossili causate dall’uomo sta allungando la stagione degli incendi e aumentando l’area bruciata.

-

PREV Alta tecnologia per combattere gli incendi boschivi nell’Aude
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole