Edmonton Oilers al posto di guida della finale della Stanley Cup dopo la vittoria in Gara 5

-

Pubblicato il 18 giugno 2024Ultimo aggiornamento 7 ore fa3 minuti di lettura

Puoi salvare questo articolo registrandoti gratuitamente qui. Oppure accedi se hai un account.

Contenuto dell’articolo

Gli Edmonton Oilers sono a metà strada verso l’impossibile.

In una finale della Stanley Cup che sembrava essersi già schiantata sugli scogli, gli Oilers hanno preso il controllo, trasformando un deficit di 3-0 nella serie in un’ondata di energia e slancio.

“Stiamo scrivendo la storia, la prendiamo in mano e ci divertiamo a farlo”, ha detto l’eroe di Game 5 Connor Brown, che adora l’aspetto degli Oilers in questo momento.

Pubblicità 2

Questo annuncio non è stato ancora caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

QUESTO CONTENUTO È RISERVATO SOLO AGLI ABBONATI

Iscriviti ora per leggere le ultime notizie nella tua città e in tutto il Canada.

  • Articoli esclusivi di David Staples, Keith Gerein e altri, notizie sugli Oilers da Cult of Hockey, articoli Ask EJ Anything, Noon News Roundup e newsletter Under the Dome.
  • Accesso online illimitato all’Edmonton Journal e a 15 siti di notizie con un account.
  • Edmonton Journal ePaper, una replica elettronica dell’edizione cartacea da visualizzare su qualsiasi dispositivo, condividere e commentare.
  • Puzzle giornalieri, incluso il cruciverba del New York Times.
  • Supporto al giornalismo locale.

ISCRIVITI PER SBLOCCARE PIÙ ARTICOLI

Iscriviti ora per leggere le ultime notizie nella tua città e in tutto il Canada.

  • Articoli esclusivi di David Staples, Keith Gerein e altri, notizie sugli Oilers da Cult of Hockey, articoli Ask EJ Anything, Noon News Roundup e newsletter Under the Dome.
  • Accesso online illimitato all’Edmonton Journal e a 15 siti di notizie con un account.
  • Edmonton Journal ePaper, una replica elettronica dell’edizione cartacea da visualizzare su qualsiasi dispositivo, condividere e commentare.
  • Puzzle giornalieri, incluso il cruciverba del New York Times.
  • Supporto al giornalismo locale.

REGISTRATI/ACCEDI PER SBLOCCARE PIÙ ARTICOLI

Crea un account o accedi per continuare la tua esperienza di lettura.

  • Accedi ad articoli da tutto il Canada con un unico account.
  • Condividi i tuoi pensieri e unisciti alla conversazione nei commenti.
  • Goditi articoli aggiuntivi al mese.
  • Ricevi aggiornamenti via email dai tuoi autori preferiti.

Accedi o crea un account

oro

Contenuto dell’articolo

“Quando guardi come è andata questa stagione, sembra che ci siamo messi in un angolo e lì ci sentiamo davvero a nostro agio e calmi e troviamo un ritmo. In questo momento abbiamo trovato un ritmo”.

Dimostrando che la loro vittoria per 8-1 in Gara 4 non è stata un colpo di fortuna, gli Oilers sono entrati nella pista della Florida e hanno attraversato quella che doveva essere la partita migliore e più disperata dei Panthers.

Questa volta è stato 5-3 quando la squadra che non morirebbe si è portata in vantaggio per 3-0 e ha chiuso con calma l’affare, trascinando i Panthers e le loro famiglie in Alberta per una partita 6 che nessuno di loro avrebbe mai voluto vedere .

Gli Oilers, nel frattempo, non vedono l’ora di disputare l’ultima corsa dell’anno a Rogers Place. Non capita molto spesso, se non del tutto, che una squadra riesca a condurre una serie di due partite su tre, ma è quello che stanno facendo gli Oilers dopo aver annullato i festeggiamenti della Stanley Cup in Florida per la seconda partita consecutiva.

“Quando sei sotto 3-0 è solo un duro lavoro”, ha detto l’esterno veterano Corey Perry. “Sapevamo che stavamo giocando bene e aspettavamo solo quei rimbalzi e ne abbiamo ottenuti un paio. Adesso andiamo a casa. Ci siamo messi nella posizione di ottenerne un altro”.

Contenuto dell’articolo

Pubblicità 3

Questo annuncio non è stato ancora caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Contenuto dell’articolo

Panthers degli oliatori Perry
Corey Perry n. 90 degli Edmonton Oilers festeggia con i compagni di squadra dopo aver segnato un gol durante il secondo periodo contro i Florida Panthers nella quinta partita della finale della Stanley Cup 2024 all’Amerant Bank Arena il 18 giugno 2024 a Sunrise, Florida. Foto di Bruce Bennet /Immagini Getty

Qualcosa al centro di questa serie è cambiato ed è successo velocemente. Edmonton ha superato i Panthers per 15-4 dal terzo periodo di Gara 3 e in quella che doveva essere la partita più difficile da vincere della serie, gli Oilers non sono mai stati in difficoltà.

Per i Panthers, la pressione deve essere arrivata a loro perché la prima metà della loro partita sembrava quella di Rory McIlroy su un putt di tre piedi.

Se sono stati superati dal momento in Gara 4, anche il momento in Gara 5 è andato nella direzione sbagliata. I padroni di casa erano sotto 3-0 nei primi 25 minuti grazie ad una fuga short-handed di Brown, un goal power play di Zach Hyman e un marcatore paritario di Connor McDavid.

Dopo una notte da quattro punti in Gara 4, McDavid ha risposto con due gol e due assist in Gara 5.

“Ha messo questa squadra sulle sue spalle”, ha detto Perry. “Quando siamo con le spalle al muro ci mette sulle spalle. Capisci perché è il miglior giocatore.

A loro merito, i Panthers hanno ripreso vita a metà partita e hanno trasformato il loro crollo in un fotofinish. Hanno tagliato il vantaggio di Edmonton sul 3-1 grazie a un gol di Matthew Tkachuk e quando Corey Perry ha segnato il 4-1 degli Oilers, Evan Rodrigues e Oliver Ekman-Larsson hanno chiuso il risultato sul 4-3 a 15 minuti dalla fine.

Pubblicità 4

Questo annuncio non è stato ancora caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Contenuto dell’articolo

Ma non c’era abbastanza tempo. Gli Oilers, che sembravano la squadra che ha gestito così bene queste situazioni nella stagione regolare, si sono piegati ma non si sono rotti.

Il gol a porta vuota di McDavid ha sigillato la vittoria.

Quindi la Stanley Cup rimase nella sua scatola e si preparò per il volo di ritorno a Edmonton per Gara 6.

“Non si può mai escludere il petrolio”, ha detto il portiere Stuart Skinner, che è stato migliore di Sergei Bobrovsky della Florida per la seconda partita consecutiva. “Ottenere queste due vittorie è fondamentale, ora ne abbiamo un’altra per tornare a Edmonton.

“Anche se stasera siamo riusciti a vincere e a giocare una buona partita, dobbiamo comunque trovare un modo per migliorare il nostro gioco. Stasera hai visto come sono tornati i Panthers. Giocano estremamente duro.

Consigliato dalla Redazione

  1. I tifosi degli Edmonton Oilers tifano per la squadra durante la vittoria per 8-1 sui Florida Panthers durante Gara 4 delle finali della Stanley Cup a Rogers Place, a Edmonton, sabato 15 giugno 2024. Gli Oilers hanno vinto 8-1.

    Se gli Edmonton Oilers vincono Gara 5, sai che ci sarà una Gara 7

  2. Connor McDavid (97) degli Edmonton Oilers combatte Gustav Forsling (42) e Aaron Ekblad (5) dei Florida Panthers durante il primo periodo di Gara 4 delle finali della Stanley Cup a Rogers Place, a Edmonton, sabato 15 giugno 2024. Foto di David Bloom

    Taccuino degli Oilers: Connor McDavid supera il record di assist di Gretzky che molti ritenevano indistruttibili

Se sei i Panthers, è qui che inizi a preoccuparti davvero di lasciarti sfuggire questa cosa tra le dita. Edmonton è stata la squadra migliore nelle ultime due partite, e in tre delle prime cinque il tuo portiere non è più nella loro testa e ora torniamo a Edmonton, dove alzeranno il volume ancora più alto nel posto in cui tu hai appena subito la tua peggiore sconfitta della stagione.

Il cappio si sta stringendo.

E-mail: [email protected]

Contenuto dell’articolo

-

NEXT Banche, supermercati, aerei… Le interruzioni dei computer paralizzano i servizi in tutto il mondo