“Una tragedia assoluta”: un bambino di 13 anni trovato morto annegato in un canale durante un’esercitazione dei vigili del fuoco

“Una tragedia assoluta”: un bambino di 13 anni trovato morto annegato in un canale durante un’esercitazione dei vigili del fuoco
“Una tragedia assoluta”: un bambino di 13 anni trovato morto annegato in un canale durante un’esercitazione dei vigili del fuoco
-

l’essenziale
Il corpo di un bambino di 13 anni è stato recuperato dai vigili del fuoco in un fiume situato nel Rodano. La giovane vittima era scomparsa da lunedì scorso.

La città di Meyzieu (Rodano) e i suoi 36.000 abitanti sono sotto shock. Martedì 18 giugno, mentre i vigili del fuoco effettuavano un’esercitazione di primo soccorso nel canale Jonage – una deviazione del Rodano – è stato recuperato il corpo di un bambino di 13 anni, come ha spiegato Christophe Quiniou, sindaco del comune . “Emozione fortissima questa mattina nell’apprendere della morte di un Majolan di 13 anni […] È una tragedia assoluta, ha commentato l’assessore sui social network

Emozione fortissima questa mattina nell’apprendere della morte di un maiolano di 13 anni che si era buttato da un ponte nel canale Jonage. È una tragedia assoluta.

Pensieri affettuosi e sincere condoglianze alla sua famiglia, ai suoi amici e ai suoi cari.

Non correre rischi,
Prendersi cura di se stessi.

— Christophe Quiniou (@c_quiniou) https://twitter.com/c_quiniou/status/1803018158837583884?ref_src=twsrc%5Etfw

Secondo i nostri colleghi di Progresso, il bambino è caduto in acqua mentre giocava con la famiglia nel pomeriggio di lunedì 17 giugno. Il sindaco di Meyzieu sostiene che la giovane vittima si era lanciata da un ponte: “Non correre rischi, abbi cura di te”, ha commentato in rete Christophe Quiniou.

Il corpo scoperto durante un’esercitazione

Mentre le ricerche intense erano state effettuate fin dal pomeriggio di lunedì, si sono interrotte questo martedì, 18 giugno, nel pomeriggio. I vigili del fuoco del dipartimento hanno deciso questo mercoledì di organizzare una formazione nella stessa zona in cui era stata denunciata la scomparsa del bambino: “Di solito, quando non viene ritrovato un corpo, dirigiamo le nostre esercitazioni nel settore interessato, in modo da rendere possibile più utile”, spiega un pompiere sulle colonne di Figaro.

I fatti sarebbero avvenuti nel settore Grand Large e Miribel, una zona frequentata dai turisti durante gli episodi di caldo, che è già stata teatro di diversi annegamenti. Un guineano aveva infatti perso la vita sul posto, nell’estate del 2023. La procura di Lione ha aperto un’indagine per cercare di comprendere le circostanze di questa tragedia. È stata inoltre istituita un’unità psicologica per prendersi cura dei parenti della giovane vittima.

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole