Roschdy Zem ritiene che sull’ascesa della RN “da qualche parte l’abbiamo cercata un po’”

Roschdy Zem ritiene che sull’ascesa della RN “da qualche parte l’abbiamo cercata un po’”
Roschdy Zem ritiene che sull’ascesa della RN “da qualche parte l’abbiamo cercata un po’”
-
Roschdy Zem è stato ospite di France Inter il 19 giugno 2024.

Roschdy Zem è stato ospite di France Inter il 19 giugno 2024.

FIDANZAMENTO – È venuto per promuovere il suo nuovo film Elia, ma non ha scelto il linguaggio nel commentare l’attuale crisi politica. Roschdy Zem è stato ospite del programma mattutino di France Inter questo mercoledì 19 giugno. Quando è stato interrogato da Léa Salamé sull’ascesa del Rassemblement National e sulle prossime elezioni legislative, non ha tergiversato e ha accettato di andare oltre il quadro del rigido tour promozionale.

Credo che siamo di fronte a qualcosa che, a mio avviso, non sorprende. Dal momento in cui un governo, e quelli che lo hanno preceduto, hanno abbandonato la politica sociale, è così che nascono gli estremi », ha commentato France Inter questo mercoledì mattina. Analizzando il risultato delle elezioni europee, e il punteggio ottenuto dal RN guidato da Jordan Bardella, l’attore 59enne è andato oltre: quando, secondo lui, “La rabbia si traduce in un voto in gran parte per il Raduno Nazionale, da qualche parte, un po’ lo cercavamo. »

Roschdy Zem di fronte alla discriminazione

Anche l’attore premio Caesar, attualmente in piena promozione del nuovo lungometraggio di Florent-Emilio Siri in cui interpreta il ruolo principale, ha ritenuto che fosse necessario fare di più “pedagogia” nei confronti dei francesi, e in particolare di coloro che hanno dato il loro voto alla RN agli europei, consentendo al partito di estrema destra di ottenere più del 31% dei voti. “Ma dobbiamo anche spiegare a queste persone che la risposta non è in questo partito. Che per me è un partito xenofobo che sta già iniziando ad adottare misure repressive. Se vi spieghiamo che vi tireremo fuori dai guai con misure in cui vi verrà data priorità rispetto agli altri, questo già esiste. »

Roschdy Zem è di origine musulmana e ha parlato delle diverse forme di discriminazione che esistono “esistono già”in particolare ” alloggi e assunzioni “. Già nel corso dell’intervista era tornato su un episodio significativo della sua carriera. Léa Salamé lo ha infatti interrogato sul kolossal che avrebbe dovuto girare 25 anni fa, film dal quale alla fine è stato licenziato perché ” l’attrice protagonista non voleva condividere il poster con un arabo “.

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

Sono stato licenziato. Non ho mai avuto rancore nei suoi confronti. Ero arrabbiato con il regista che mi aveva chiamato per raccontarmelo senza complessi. Allora non mi rendevo conto a cosa mi trovavo di fronte, ma oggi mi rendo conto della violenza delle parole, della situazione. Era umiliante, volevo smettere. Per fortuna i miei genitori erano lì, mi hanno detto che era normale confrontarsi con quello al cinema, in quel mondo » spiega l’attore.

Mettendo in prospettiva il suo attuale successo, l’attore non può fare a meno di dire che ancora oggi è un’eccezione. “ A volte mi pongo la domanda, anche se siamo in pochi, non siamo noi l’albero che nasconde la foresta? Nessun regista si permetterebbe più questo tipo di telefonate. Se esiste, resta segreto, in una riunione. Ma dobbiamo restare vigili e stare attenti”secondo Roschdy Zem.

Il giorno prima sul set di Quotidien Roschdy Zem era già tornato sulla situazione politica e sull’importanza del voto. Un’emergenza che ha riproposto questo mercoledì mattina su France Inter. Ma è una situazione di cui siamo tutti più o meno responsabili. Quindi dobbiamo svegliarci. Vota ovviamente »conclude l’attore.

Vedi anche su HuffPost :

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

-

PREV Olimpiadi Parigi 2024 – Carla Neisen (Francia 7): “La gente diceva che avevo talento e potenziale”
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole