Euro 2024: gravità, cure, prossime partite, cosa sappiamo del naso rotto di Kylian Mbappé

-

Il naso di Kylian Mbappé lo terrà lontano dal campo oppure no? E se sì per quanto tempo? Lunedì sera, durante la La prima partita della Francia agli Europei, vinta (1–0) contro l’Austriail capitano della Francia è uscito dal campo nel secondo tempo con il naso rotto dopo un contatto con un difensore. Anche se non è previsto un intervento chirurgico nei prossimi giorni, non si conoscono ancora con certezza le conseguenze del suo infortunio sulla presenza dell’attaccante nelle prossime partite.

Come si è rotto il naso?

L’incidente è avvenuto all’86esimo minuto. La Francia, in vantaggio contro l’Austria (1-0), ha provato a segnare un secondo gol per assicurarsi definitivamente la vittoria. Su un corner ottenuto a meno di cinque minuti dalla fine dei tempi regolamentari, Kylian Mbappé si è lanciato per provare a segnare con un colpo di testa. Il difensore Kevin Danso, marcando il capitano dei Blues, era leggermente davanti a lui. Kylian Mbappé non lo ha visto quando ha piazzato il suo colpo di testa, che ha colpito violentemente la spalla dell’austriaco.

Lo scontro tra Kylian Mbappé e il difensore austriaco Kevin Danso ©AFP
KENZO TRIBOUILLARD
Mbappé curato dallo staff medico della squadra francese dopo lo choc
Mbappé curato dallo staff medico della squadra francese dopo lo choc ©AFP
OZAN ​​KOSE

Mbappé è rimasto a terra, Patrick Pentz, il portiere austriaco, ha fatto ampi gesti verso l’arbitro e la panchina francese per avvertirli della gravità dello choc. Kylian Mbappé è uscito con la maglia ricoperta di sangue. Tuttavia ha ricevuto un cartellino giallo per essere entrato di nuovo in campo, senza il permesso dell’arbitro. I Blues giocano solo in dieci contro undici e l’arbitro non aveva autorizzato il cambio giocatore. Il capitano è quindi tornato volontariamente in campo, per sedersi in campo e costringere così l’arbitro a sanzionarlo per anti-gioco.

Nessuna operazione pianificata “immediatamente”

Lo shock ovviamente ha offuscato la serata nonostante la vittoria e ha acceso la scintilla un vento di preoccupazione. Durante la conferenza stampa, il tecnico Didier Deschamps non si è mostrato molto fiducioso. “Sembra complicato. Evidentemente è il punto oscuro della serata. Non è un graffio”. sbottò. “Ovviamente la squadra francese con o senza di lui non è la stessa cosa, spero che possa esserci”.ha concluso Didier Deschamps a proposito della partita di venerdì sera contro l’Olanda.

In un comunicato stampa diffuso nella notte tra lunedì e martedì, la FFF ha confermato la frattura del naso e ha precisato che non era prevista alcuna operazione. “subito”. “Verrà realizzata una maschera” affinché Kylian Mbappé possa prendere in considerazione”il ritorno alle competizioni dopo un periodo dedicato alle cure”è scritto.

Verso un pacchetto contro l’Olanda?

Se nella notte l’entourage del giocatore si è detto ottimista per venerdì contro l’Olanda, da poche ore la situazione sembra essere cambiata. Il capitano della squadra francese si sta infatti dirigendo verso un pacchetto per la seconda partita del girone dei Blues, lo ha appreso da una fonte vicina alla vicenda la direzione sportiva di Radio France, confermando le informazioni di Canal Plus, anche se il giocatore desidera partecipare la partita. Kylian Mbappé è atteso per la terza partita del Gruppo D contro la Polonia, con mascherina protettiva.

Questa informazione non è stata confermata dalla FFF che ha assicurato martedì sera che Mbappé “resta incerto” per la partita contro gli olandesi. “Domani (mercoledì) verrà formulato un nuovo punto”continua il FFF.

Giocare con il naso rotto “è possibile” assicura l’ex medico dei Blues

Secondo Jean-Pierre Paclet, ex medico della squadra di calcio francese, ospite martedì di franceinfo, è completamente “possibile“giocare con il naso rotto.”Con le protezioni adeguate, se è fisicamente capace e in particolare dal punto di vista respiratorio, se è in grado di disputare la partita, non rischia infortuni gravi.“, ha spiegato Jean-Pierre Paclet.

Si parla di frattura anche se non vi è alcun danno osseo. “È il setto nasale, una cartilagine che si è rotta. Si verifica quindi una forte emorragia“, ha detto. Ci vogliono dai due ai tre giorni perché l’ematoma si risolva. “Se la circolazione in entrambe le cavità nasali è buona possiamo giocare. Se il naso è ancora bloccato dall’ematoma è come giocare con una molletta sul naso“, ha spiegato il medico.

Ai Mondiali del 2002 in Giappone, Tsuneyasu Miyamoto, difensore e capitano della squadra nazionale giapponese, fu costretto a giocare con una visiera dopo essersi fratturato il naso giorni prima della competizione. “Quindi è possibile“, assicura Jean-Pierre Paclet.

“Mi dispiace”, si scusa Kevin Danso con i tifosi francesi

Mi dispiace“, E “augurargli una buona guarigione“: Kevin Danso ha inviato un messaggio”ai tifosi francesi“il giorno dopo lo scontro tra la sua spalla e il naso di Mbappé”.Spero che possa trovare presto il suo posto in campo“, ha scritto sul suo account X, in francese, Kevin Danso, che gioca tutto l’anno nell’RC Lens, in Ligue 1.

Nello stesso messaggio, diffuso nella notte, il difensore centrale ha commentato, in tedesco, anche la partita persa 1-0 dall’Austria, evocando “una grande battaglia” E “un risultato sfortunato“per la sua selezione.”Grazie a tutti per il vostro incredibile supporto”ha aggiunto, questa volta all’attenzione dei tifosi austriaci.

Una maschera “Tartaruga Ninja” per i prossimi match?

Kylian Mbappé ha deciso di prendere le cose con umorismo. Sui social il 25enne attaccante ha chiesto ai suoi fan di trovarlo “idee per le maschere”. Gli utenti di Internet si sono divertiti molto. Con un’idea di maschera che ritorna molto, quella che rappresenta una delle Tartarughe Ninja in riferimento al soprannome affibbiatogli dai compagni del PSG qualche anno fa.

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole