Guerra in Ucraina: Kiev rivendica l’attacco “riuscito” alla raffineria di petrolio russa

Guerra in Ucraina: Kiev rivendica l’attacco “riuscito” alla raffineria di petrolio russa
Guerra in Ucraina: Kiev rivendica l’attacco “riuscito” alla raffineria di petrolio russa
-

Utilizzando i droni, l’Ucraina ha rivendicato martedì l’attacco “riuscito” contro una raffineria di petrolio russa ad Azov, nella regione di Rostov dove si trova il quartier generale militare dell’operazione russa in Ucraina. “I serbatoi di petrolio hanno preso fuoco ad Azov in seguito a un attacco di droni”, ha scritto su Telegram Vasily Golubev, il governatore russo di questa regione.

“Secondo le prime informazioni non ci sono vittime”, ha assicurato. Alle 4 del mattino GMT (6 del mattino a Parigi), 208 vigili del fuoco, 39 veicoli e un treno dei pompieri che trasportava varie attrezzature sono stati inviati sul posto per tenere l’incendio sotto controllo, secondo il governatore.

Ritorsione ucraina

“Forti incendi sono scoppiati negli impianti petroliferi”, ha detto all’AFP una fonte ucraina della Difesa. La SBU (Servizio di Sicurezza dell’Ucraina) “continuerà a imporre sanzioni sui droni contro il complesso petrolifero russo e per ridurre il potenziale economico del nemico”, ha affermato questa fonte. In totale, negli ultimi mesi, l’Ucraina rivendica “più di 20 attacchi riusciti contro installazioni petrolifere russe in varie regioni”, sempre secondo questa fonte.

L’Ucraina, di fronte all’invasione russa da più di due anni, risponde regolarmente attaccando le regioni russe e prendendo di mira in particolare i siti energetici, per colpire le retrovie. Kiev aveva promesso di riportare i combattimenti sul suolo russo come rappresaglia per i numerosi bombardamenti sul suo territorio.

Le truppe russe avanzano nella regione di Donetsk

Sul campo di battaglia, l’esercito ucraino ha dichiarato martedì che le forze russe “continuano a tentare” di penetrare nei dintorni di Chasiv Yar, il loro obiettivo strategico nella regione orientale di Donetsk. La cattura di questa città potrebbe consentire alle truppe russe di accelerare la loro avanzata in quest’area del Donbass. L’aeronautica ucraina ha inoltre affermato di aver intercettato dieci droni suicidi di progettazione iraniana nella notte tra lunedì e martedì.

Più a sud, le forze di Mosca stanno avanzando anche verso Pokrovsk (regione di Donetsk), dove si stanno avvicinando a una strada chiave, il che potrebbe complicare notevolmente i rifornimenti nella zona per l’esercito ucraino. “La strada non sarà certamente bloccata per i soldati”, ha tuttavia assicurato all’AFP un soldato ucraino di 24 anni, che si è identificato con il nome “Dykiï”, intervistato in un campo di addestramento nella regione.

Secondo lui, anche se le forze russe avanzassero ulteriormente verso questo importante asse, gli ingegneri militari potrebbero comunque creare nuove rotte aggiuntive. “Finché le condizioni meteorologiche sono buone, ci sono strade ovunque”, ha osservato.

-

PREV Le 5 notizie economiche da ricordare questo venerdì mattina (Meta, Olimpiadi delle PMI, Trump, carbone, Nuova Caledonia)
NEXT Amazon taglia il prezzo dell’iPhone 15 di Apple per la fine dei saldi