L’intelligence israeliana era a conoscenza del piano per prendere ostaggi, dicono i media israeliani

L’intelligence israeliana era a conoscenza del piano per prendere ostaggi, dicono i media israeliani
L’intelligence israeliana era a conoscenza del piano per prendere ostaggi, dicono i media israeliani
-

I funzionari dell’intelligence erano a conoscenza del rapporto del 19 settembre che descriveva nei dettagli l’addestramento delle unità d’élite di Hamas per i raid contro posizioni militari e kibbutz in Israele.

Secondo l’emittente pubblica israeliana Kan, poco prima del 7 ottobre l’intelligence militare israeliana era a conoscenza di un attacco pianificato da Hamas il cui obiettivo era quello di prendere diverse centinaia di ostaggi in Israele. L’Unità 8200, responsabile delle intercettazioni, ha scritto il 19 settembre un rapporto in cui descrive dettagliatamente l’addestramento di unità d’élite del movimento islamico palestinese in vista di raid contro posizioni militari e kibbutz nel sud di Israele, cioè meno di tre settimane prima che Hamas lanciasse il suo devastante attacco del 7 ottobre. , ha riferito la KAN.

Funzionari dell’intelligence del Comando militare meridionale, responsabile della Striscia di Gaza, erano a conoscenza del rapporto, ha aggiunto KAN, citando funzionari della sicurezza anonimi. Secondo la radio e la televisione, nella nota si sottolinea che il movimento islamista mirava a colpire “Da 200 a 250 ostaggi”.

Indagine

Secondo la KAN, la nota dell’Unità 8200 menziona che l’addestramento dei combattenti di Hamas si concentrava sull’attacco di basi militari e “trasferimento di soldati prigionieri ai comandanti di compagnia”. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si rifiuta ostinatamente di aprire una commissione ufficiale d’inchiesta sul 7 ottobre prima della fine della guerra in corso a Gaza, giunta ormai al suo nono mese.

Interrogato dall’AFP sulle rivelazioni della KAN, un portavoce militare israeliano ha indicato che l’esercito “ha indagato sugli eventi del 7 ottobre e su ciò che li ha preceduti”. “Lo scopo di questa indagine è apprendere e trarre le lezioni necessarie”ha aggiunto il portavoce, secondo il quale “le conclusioni saranno presentate (…) al pubblico in completa trasparenza”.

-

NEXT Touques: con il loro negozio e il bar dei giochi, Estelle e Florian vogliono condividere il loro amore per i giochi