Il blocco di sinistra francese avvia la campagna con una manifestazione per l’unità

Il blocco di sinistra francese avvia la campagna con una manifestazione per l’unità
Il blocco di sinistra francese avvia la campagna con una manifestazione per l’unità
-

(Bloomberg) – I leader dei partiti di sinistra francesi, che hanno nascosto differenze profondamente radicate per formare un blocco per combattere le elezioni legislative anticipate del paese, hanno chiesto unità nella loro prima manifestazione elettorale lunedì sera.

Centinaia di persone si sono radunate in una piazza a Montreuil, alla periferia di Parigi, a sostegno del Nuovo Fronte Popolare, un’alleanza di partiti che comprende socialisti, comunisti, verdi e l’estrema sinistra di Francia Unbowed. Il blocco è stato messo insieme frettolosamente la scorsa settimana dopo che il presidente Emmanuel Macron ha sciolto l’Assemblea nazionale e ha chiesto un nuovo voto dopo che il suo gruppo politico è stato sconfitto dal Raggruppamento Nazionale di estrema destra alle elezioni del Parlamento europeo.

“Insieme, impegniamoci a non abbandonarci mai”, ha detto Olivier Faure, capo del partito socialista, davanti a una folla esultante. Anche i leader del Partito Comunista e di France Unbowed hanno esortato i sostenitori a rimanere uniti.

Con differenze significative su molteplici questioni, l’alleanza del Nuovo Fronte Popolare rimane fragile ed è desiderosa di evitare di frammentare il voto di sinistra attraverso scontri pubblici nelle due settimane fino al primo turno di votazioni del 30 giugno. I partiti si sono uniti principalmente per bloccare il Raduno Nazionale di estrema destra di Marine Le Pen e anche per indebolire il partito di Macron.

I sondaggi mostrano che il blocco di sinistra è sulla buona strada per formare il secondo gruppo più numeroso, dietro al Raggruppamento Nazionale di Le Pen.

Tuttavia, nonostante tutti gli appelli all’unità, le differenze rimanevano visibili. Due delle figure più importanti del blocco – il marchio di estrema sinistra Jean-Luc Melenchon, di France Unbowed, e Raphael Glucksmann, un leader filo-europeo – non si sono presentati. E nonostante il raduno fosse un raduno del Nuovo Fronte Popolare, gli attivisti portavano le bandiere dei rispettivi partiti.

Domenica, nel tentativo di stabilizzare l’alleanza, Melenchon ha detto di essere pronto a lasciare che qualcun altro diventi primo ministro se il Nuovo Fronte Popolare dovesse ottenere la maggioranza. Anche un protetto del Melenchon, precedentemente condannato per violenza domestica, si è ritirato dalle elezioni, a seguito della reazione negativa di altri partiti.

La nuova alleanza di sinistra deve ancora superare le divisioni significative tra i suoi membri, in particolare sul sostegno militare all’Ucraina e sul rifiuto di Melenchon di considerare Hamas un’organizzazione terroristica. Anche sulla politica economica France Unbowed ha proposte molto più radicali rispetto ai socialisti.

Tra la folla a Montreuil, molti ritengono che il blocco rimarrà fragile. Juliette Fey, una studentessa di 26 anni, ha detto che si aspetta che le differenze esplodano anche se vincessero le elezioni.

“Ora dobbiamo concentrarci sulla vittoria, ma non credo che le nostre differenze politiche possano andare da nessuna parte”, ha detto. “Queste differenze sono semplicemente troppo grandi.”

©2024 Bloomberg LP

-

PREV Morte di padre Bernard Rey-Mermet – Portale cattolico svizzero
NEXT Ciò che mi ha insegnato la mia sconfitta alle elezioni legislative su come riconquistare gli elettori della RN – Libération