Elden Ring ha una comunità d’oro! I membri, a turno, aiutano gli altri giocatori a sconfiggere questo boss in modo che tutti possano giocare al DLC

-

Novità sul gioco Elden Ring ha una comunità d’oro! I membri, a turno, aiutano gli altri giocatori a sconfiggere questo boss in modo che tutti possano giocare al DLC

Pubblicato il 18/06/2024 alle 12:00

Suddividere :

Con l’imminente arrivo dell’attesissima espansione di Elden Ring, Shadow of the Erdtree, i veterani del gioco si stanno facendo avanti per aiutare i giocatori a sconfiggere uno dei boss più temibili, Mohg, Lord of Blood. Il DLC, in uscita tra meno di una settimana, richiede che i giocatori abbiano sconfitto Radahn e Mohg per accedervi, rappresentando una sfida importante per molti.

Riepilogo

  • Il tanto atteso DLC
  • Un vento di solidarietà nell’Entre-terre

Il tanto atteso DLC

Pochi giorni prima della tanto attesa uscita di Elden Ring: L’ombra dell’Erdtreel’estensione principale di«Anello dell’Eldenparte della community si sta mobilitando per aiutare i giocatori a superare le sfide del gioco base e ad accedere a contenuti aggiuntivi.

Infatti, per iniziare il DLC, è imperativo aver sconfitto due boss importanti: Radahn, il Flagello delle Stelle, e Mohg, il Signore del Sangue. Tuttavia, secondo le statistiche, una minoranza di giocatori è riuscita a raggiungere questa impresa. Su Steam solo il 38,7% dei giocatori ha ottenuto l’obiettivo legato alla sconfitta di Mohg, necessario per accedere all’espansione.

Di fronte a questa osservazione, Bandai Namco, l’editore del gioco, ha pubblicato un amichevole promemoria per i giocatori, sottolineando la necessità di sconfiggere questi due boss. Nella community la preoccupazione è palpabile: un gran numero di giocatori potrebbe essere privato dell’accesso a Shadow of the Erdtree.

Su Twitter, Sekiro Dubi, riconosciuto dataminer e creatore di contenuti, ha lanciato una richiesta di aiuto, citando la necessità di un nuovo eroe, come Let Me Solo Her, per guidare i giocatori verso il DLC.

Un vento di solidarietà nell’Entre-terre

La chiamata è stata ascoltata. Molti giocatori hanno offerto spontaneamente il loro aiuto, offrendosi volontari per affrontare i boss insieme a coloro che ne avevano bisogno. Su Twitter alcuni hanno addirittura annunciato di essere pronti a intervenire nell’arena di Mohg per dare una mano.

Questo movimento di solidarietà si estende anche al subreddit r/BeyondTheFog, dedicato al multiplayer di Elden Ring. Molti messaggi offrono assistenza nel superare Radahn e Mohg, con l’obiettivo di consentire a quante più persone possibile di accedere all’espansione.

La solidarietà non si ferma qui: decine di giocatori che in precedenza avevano chiesto aiuto hanno taggato i loro post con il tag “Duty Fulfilled”, indicando che sono riusciti a sconfiggere i boss grazie all’aiuto di altri giocatori.

Questa bellissima effusione di solidarietà testimonia la generosità e lo spirito di mutuo aiuto che animano la comunità di Elden Ring. Dimostra anche che, contrariamente a quanto si crede, non tutti i giocatori sono pronti ad abbandonare i compagni ternani di fronte alle difficoltà.

Al di là dell’aspetto pratico, questa mobilitazione ha un forte significato simbolico: ci ricorda che i videogiochi, e Elden Ring in particolare, possono essere un luogo di condivisione e cooperazione, dove l’aiuto reciproco prevale sulla competizione. Poiché l’espansione Shadow of the Erdtree promette nuove sfide, è incoraggiante vedere che la comunità è pronta ad affrontarle insieme, in uno spirito di solidarietà e cameratismo.

Ricordiamo che Elden Ring: Shadow of the Erdtree è previsto per il 21 giugno su PS5, Xbox Series, PC, PS4 e Xbox One.

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole