In Senegal il governo annuncia un calo dei prezzi dei prodotti alimentari

-

A Dakar, nel febbraio 2024. JOHN WESSELS/AFP

Aveva fatto la promessa e addirittura “una priorità urgente”. In Senegal, il governo del presidente Bassirou Diomaye Faye ha annunciato, giovedì 13 giugno, le prime misure destinate a combattere l’alto costo della vita, tema sul quale le nuove autorità sanno di essere attese a due mesi e mezzo dal loro insediamento al potere . Durante una conferenza stampa, il segretario generale del governo, Ahmadou Al Aminou Lo, ha presentato la misura faro: prossimi tagli dei prezzi su zucchero, riso, olio e pane.

Leggi anche | Senegal: Macky Sall e i suoi luogotenenti nel mirino delle nuove autorità

Aggiungi alle tue selezioni

Il cibo costituisce oltre il 50% della spesa dei senegalesi, il cui potere d’acquisto è stato notevolmente ridotto da un’impennata dei prezzi senza precedenti. Negli ultimi tre anni, secondo l’Agenzia nazionale di statistica e demografia (ANSD), i prodotti di base hanno registrato tassi di inflazione record: 38,9% per il riso ordinario al dettaglio e 62,2% per il miglio. Tutti i prodotti preferiti dai senegalesi registrano tassi a due cifre, ben al di sopra dell’inflazione generale del paese, che si attestava al 5,9% nel 2023, secondo il Fondo monetario internazionale (FMI).

Il primo alimento colpito da questo calo annunciato è lo zucchero, il cui prezzo è aumentato del 27% tra aprile 2021 e aprile 2024, secondo l’ANSD. “Il chilo di zucchero sarà fissato a 600 franchi CFA [0,91 euro], contro 650 franchi CFA, Il signor Lo ha detto alla stampa senegalese. Il riso spezzato scenderà di 40 franchi CFA [par kilo] e non può superare i 410 franchi CFA. » Altro prodotto preso di mira: l’olio raffinato, con a “ribasso di 100 franchi CFA” per litro. Per quanto riguarda la baguette, il segretario generale del governo ha fissato il prezzo a «160 franchi CFA, riduzione di 15 franchi CFA»promettente una sospensione dei dazi doganali sul grano » entro agosto. Il cereale, in gran parte importato in Senegal, dipende dai mercati russo e ucraino.

Terreno minato

Queste misure restano teoriche, perché lo Stato senegalese non ha tutte le leve per imporle. Negoziate a monte con gli importatori, le riduzioni di prezzo dovranno trasmettersi lungo tutto il circuito della distribuzione, fino ai fruttivendoli. Una sfida per il governo, che dovrà contare sulla buona volontà dei professionisti. Erano panettieri e mugnai “consultato prima di questi annunci”ha detto il signor Lo, aggiungendolo” UN La prossima settimana il Comitato Nazionale Consumatori si riunirà per fissare la data di applicazione di questi prezzi..

Le nuove autorità avanzano nei campi minati, tra le fortissime aspettative dei senegalesi – “troppo stanco degli aumenti esagerati dei prezzi”, come ha detto Bassirou Diomaye Faye durante la sua campagna elettorale – e le finanze pubbliche sono nel peggiore dei casi. “I margini sono quasi inesistentiannunciò immediatamente il signor Lo. Ma non vogliamo misure populiste o affrettate. »

Leggi anche | Diventando produttore di petrolio, “il Senegal avrà più spazio di manovra per trasformare la propria economia”

Aggiungi alle tue selezioni

Un’osservazione condivisa quasi parola per parola dalla Banca Mondiale, il cui ultimo rapporto è stato pubblicato il giorno prima di questi annunci del governo. Con “margini limitati per assorbire possibili shock futuri”l’istituzione internazionale ha un po’ raffreddato le speranze di Dakar di riconquistare maggiore spazio d’azione, nonostante l’annuncio questa settimana dell’avvio effettivo della produzione di petrolio nel giacimento in acque profonde di Sangomar, 100 km a sud di Dakar.

Basteranno queste prime misure a dare aria fresca ai senegalesi a quattro giorni dalla grande festa del Tabaski, l’equivalente dell’Eid-el-Kébir nell’Africa occidentale? Niente è meno sicuro”, sottolinea Magaye Gaye, economista ed ex dirigente della Banca per lo sviluppo dell’Africa occidentale (BOAD): L’economia senegalese è troppo dipendente dalle importazioni, in particolare da quelle alimentari. Questo è ciò che determina i prezzi. » Nel 2023, le importazioni di grano, riso, olio e zucchero supereranno i 1.000 miliardi di franchi CFA (più di 1,5 miliardi di euro).

Sovranità

“Prudente”queste riduzioni di prezzo dovrebbero costare “53,4 miliardi di franchi CFA”, secondo il ministro del Commercio e dell’Industria, Serigne Gueye Diop. Una somma relativamente piccola ma che priva lo Stato di “alcune tasse doganali” mentre il suo bilancio ha registrato un deficit del 4,9% del PIL nel 2023, secondo il FMI, e il peso del debito pubblico continua ad aumentare. L’ultimo Eurobond da 689,9 milioni di euro ottenuto da Dakar conferma la rinnovata fiducia degli investitori nell’economia senegalese dopo i disordini preelettorali di aprile, ma rafforzerà il peso del debito (più del 50%) nel bilancio dello Stato.

Leggi anche | In Senegal, Ousmane Sonko fatica a liberarsi degli abiti dell’opposizione

Aggiungi alle tue selezioni

“In realtà, anche se i prezzi sono un grosso problema, c’è bisogno di riconquistare la sovranità, questo è l’elemento chiave”, stima Cheikh Oumar Ba, direttore dell’Agricultural and Rural Prospective Initiative (IPAR), un think tank con sede a Dakar. Per andare di pari passo con il futuro calo dei prezzi dei prodotti alimentari, le autorità hanno annunciato il 17 maggio un calo del 22% del prezzo delle sementi con l’obiettivo di stimolare la produzione agricola, un’altra leva sperata per migliorare il potere d’acquisto dei senegalesi.

Seguici su WhatsApp

Rimani informato

Ricevi le notizie africane essenziali su WhatsApp con il canale “Monde Afrique”.

Raggiungere

“La sovranità alimentare è una politica prioritaria di questa potenza e può cambiare la situazione in modo che produciamo di più in Senegal e consumiamo localmente, più miglio che riso importato, ad esempio.spiega un economista del Ministero dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare. L’urgenza c’è anche questa, è questa che farà la differenza nel costo della vita. »

Abbas Asamaan (Dakar, corrispondenza)

Riutilizza questo contenuto

-

PREV i Servizi d’Igiene annunciano operazioni di spolveratura in tutto il dipartimento di Dakar questo mercoledì a partire dalle 23:00.
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole