L’ice jam 2019 a Beauceville: il “lutto” ancora molto presente

-

I residenti di Beauceville non sono pronti a dimenticare la storica inondazione del fiume Chaudière nel 2019. Il volto della città di oltre 6.000 residenti è cambiato negli ultimi 5 anni. Le case invase dall’acqua furono demolite, lasciando il posto ad ampi spazi verdi, come un vuoto che riflette il lutto incompiuto degli ex proprietari del luogo.

Saremmo in casa, in bagnodicono Simon Chabot e Gaétane Veilleux, con i piedi ben piantati nel mezzo di un terreno abbandonato vicino al Renault Boulevard a Beauceville.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

La marmellata di ghiaccio sul fiume Chaudière, a Beauceville, ha ceduto la mattina del 16 aprile 2019, provocando l’allagamento della città.

Foto: Radio-Canada / Carl Boivin

La loro casa è stata duramente colpita dall’alluvione del 2019. Simon Chabot ricorda che il ghiaccio ha raggiunto l’altezza del tetto dell’edificio di fronte alla loro casa.

È stato davvero impressionante vederlo. Passava e rimbombava, si vedeva che il ghiaccio passava. […] C’era acqua su tutti i letti e sui divani nel seminterrato.

Una citazione da Simon Chabot, ex residente di Beauceville
>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Una foto scattata il 16 aprile 2019 davanti alla casa della coppia quando l’acqua aveva cominciato a ritirarsi.

Foto: per gentile concessione di Guillaume Bernard

La coppia ha accettato l’aiuto del governo per demolire la loro casa prima di partire per un altro comune.

100000$ in quella casa, non era redditizio”,”testo”:”Se non accettassimo il programma, perderemmo comunque tutto. Avevamo messo [en rénovation] $ 100.000 in quella casa non erano redditizi”}}”>Se non accettassimo il programma perderemmo comunque tutto. Avevamo messo [en rénovation] 100.000 dollari in quella casa non erano redditizispiega Gaétane Veilleux.

L’alluvione di ghiaccio del 2019 a Beauceville in cifre:

  • Quasi 300 edifici invasi dall’acqua (230 residenze)
  • Quasi 500 vittime
  • 1 milione di dollari di danni alle infrastrutture comunali
  • Demoliti più di 100 edifici
  • 11 milioni di dollari di perdita di valore della proprietà (quasi 160.000 dollari di entrate fiscali)

Fonte: città di Beauceville

>>Il centro di Beauceville e diverse attività commerciali sono inondati dall'acqua del fiume Chaudière.>>

Apri in modalità a schermo intero

Il centro di Beauceville è stato allagato il 16 aprile 2019. Circa 300 edifici sono stati invasi dall’acqua del fiume Chaudière.

Foto: Radio-Canada / Carl Boivin

No noi [ne] non demolire la casa

Herman Doyon, residente nella zona ovest di Beauceville, era in prima fila quando il ghiaccio ha ceduto. Ci avevo messo entrambi i piedilui dice.

In pigiama per strada, vede arrivare l’acqua da lontano e corre verso casa sua. due piedi”,”text”:”Si alzò, si alzò, venne un’onda di mezzo metro”}}”>Si sollevò, si sollevò, arrivò un’onda di mezzo metrolui ricorda.

>>Un uomo indica un fiume dal suo balcone.>>

Apri in modalità a schermo intero

La residenza di Herman Doyon si trova sulle rive del fiume Chaudière. Osservò impotente l’innalzamento delle acque.

Foto: Radio-Canada / Philippe Grenier

Il molo della casa è danneggiato, l’acqua sporca entra nel seminterrato, la prima volta in più di 30 anni. Lui e sua moglie devono prendere una decisione.

La zona ci piace molto, è tranquilla, potevamo scegliere se restare qui o demolire la casa. […] Abbiamo parlato, abbiamo deciso, no noi [ne] non demolire la casa.

Una citazione da Herman Doyon, residente a Beauceville

La coppia decide di rinnovare il molo. Esiste un programma di aiuti. Era un programma [d’immunisation] del governo, ma d’altra parte tutto quello che abbiamo fatto non è servito a nulla quando è arrivato il momento di presentare [nos soumissions] architetti, geometri. Ci è stato detto, mi dispiace per il governo, il tuo fascicolo è chiusolui ricorda molto molto amaro della svolta degli eventi.

>>Una strada con lotti liberi alle spalle.>>

Apri in modalità a schermo intero

Spazi verdi comparsi negli ultimi anni a seguito della demolizione delle case colpite dalle acque dell’alluvione del 16 aprile 2019.

Foto: Radio-Canada / Philippe Grenier

Una città cambiata

Il sindaco François Veilleux cammina lungo la strada dal municipio. Qui avevamo due case, è stata demolita.

Quest’ultimo parla di oltre un centinaio di demolizioni che hanno comportato una diminuzione tra i 15 ei 20 milioni di dollari del valore dei terreni della città.

>>Tre uomini dietro un tavolo rosso.>>

Apri in modalità a schermo intero

François Veilleux (al centro) durante una conferenza stampa dopo l’ice jam dell’aprile 2019 “Cinque anni fa non avevo quel sorriso”, ricorda.

Foto: Radio-Canada

Molte imprese se ne sono andate. Abbiamo anche perso persone, ma abbiamo cambiato rotta, abbiamo sviluppato il parco industriale più velocemente del previsto.

Una citazione da François Veilleux, sindaco di Beauceville

Uno sviluppo criticato. Secondo un’indagine della Commissione municipale del Quebec (CMQ), il disboscamento a taglio netto è stato effettuato in parte nelle zone umide.

Nel caso è stato preso di mira anche il sindaco. Tensioni sono emerse anche dal consiglio comunale. Il Ministero dell’Ambiente sta ancora indagando.

Se accadesse di nuovo oggi, lo farei diversamenteammette, aggiungendo di aver agito per il bene della città.

Se il parco industriale non si fosse sviluppato così tanto dal punto di vista industriale, sarebbe la popolazione qui che avrebbe pagato le tasse per questa perdita di valore del terreno.

>>Un terreno vuoto vicino a una strada.>>

Apri in modalità a schermo intero

Un lotto libero nel parco industriale di Beauceville durante la presentazione dell’indagine CMQ nel 2022.

Foto: Radio-Canada / Bruno Giguère

Dal 2019 è stato fatto tanto lavoro spiega il sindaco, ma c’è ancora molta strada da fare.

Ci mancano 200 case”,”text”:”Abbiamo più popolazione che nel 2019. La popolazione dipende, abbiamo più di 200 case che ci mancano”}}”>Abbiamo più popolazione che nel 2019. La popolazione è dipendente, abbiamo più di 200 unità abitative che ci mancanodice François Veilleux.

Il paesaggio collinare di Beauceville non aiuta le nuove costruzioni. Non è facile trovare terreni, spazi bianchi.

Il Comune chiede aiuto al governo per rilanciare il settore.

>>Un fiume con un ponte ed edifici in lontananza.>>

Apri in modalità a schermo intero

Numerose residenze a Beauceville sono costruite nelle valli della valle del fiume Chaudière.

Foto: Radio-Canada / Philippe Grenier

Una storica piena d’acqua

Le bizzarrie del fiume Chaudière sono monitorate più da vicino dal Comitato del bacino del fiume Chaudière (COBARIC) e dai comuni rivieraschi.

21 stazioni di monitoraggio sul fiume Chaudière e6 di questi affluenti, telecamere e sonde che ci dicono in tempo reale il livello del fiume Chaudière. Ogni cittadino può vedere l’innalzamento delle acque. Potete iscrivervi ad un sistema di allarme”,”text”:”Disponiamo di 21 stazioni di monitoraggio sul fiume Chaudière e 6 di questi affluenti, telecamere e sonde che ci dicono in tempo reale il livello del fiume Chaudière. Ogni cittadino può vedere l’innalzamento delle acque. Puoi iscriverti a un sistema di allerta”}}”>Disponiamo di 21 stazioni di monitoraggio sul fiume Chaudière e 6 di questi affluenti, telecamere e sonde che ci indicano in tempo reale il livello del fiume Chaudière. Ogni cittadino può vedere l’innalzamento delle acque. Puoi iscriverti a un sistema di allertaspiega Sofianne Bouchard-Verret, responsabile del progetto Flood, Wetlands and Lakes. COBARICO.

>>Una scala di misurazione sotto un ponte.>>

Apri in modalità a schermo intero

La scala sotto il ponte di Beauceville indica il livello dell’acqua del fiume Chaudière. Secondo Sofianne Bouchard-Verret, “il 16 aprile 2019 abbiamo raggiunto un livello dell’acqua di 154,07 metri [au-dessus] il livello del mare, il livello più alto dal 1917, è un metro sopra la grande allerta inondazioni.

Foto: Radio-Canada / Philippe Grenier

Il sistema è stato aggiornato negli ultimi anni. 2019 in modo che questo sistema sia molto più efficace nella gestione del rischio.”,”text”:”Abbiamo molte esigenze che ci sono state trasmesse dalle parti interessate locali, soprattutto dal 2019, in modo che questo sistema sia molto più efficace nella gestione del rischio gestione.”}}”>Abbiamo molte esigenze che ci sono state trasmesse dagli stakeholder locali, soprattutto a partire dal 2019, affinché questo sistema sia molto più efficace nella gestione del rischio.

Un futuro promettente

Beauceville guarda al futuro. Il sindaco François Veilleux passeggia in uno spazio sul lato ovest molto vicino alla chiesa dove 50 e60le porte furono demolite”,”text”:”furono demolite tra le 50 e le 60 porte”}}”>furono demolite tra le 50 e le 60 porte.

Il luogo in cui si trova La Maison Félix-Georges Fortier, precedentemente noto come Maison d’Élyse, sarà rivitalizzato in collaborazione con la società Quartier de la débacle.

>>Un appezzamento di terreno con un albero e una siepe di cedro. Dietro possiamo vedere una casa storica.>>

Apri in modalità a schermo intero

Il settore di Beauceville che sarà rivitalizzato nei prossimi anni.

Foto: Radio-Canada / Philippe Grenier

Beauceville con piccoli parchi, giochi di divertimento”,”text”:”Qui sarà un luogo di aggregazione, è quello che vogliamo fare per la città di Beauceville con piccoli parchi, giochi di divertimento” }}”>Questo sarà un luogo di ritrovo. Questo è quello che vogliamo fare per la Città di Beauceville con piccoli parchi, giochi di divertimentospiega il sindaco.

Anche il municipio della zona alluvionata, colpita dall’innalzamento delle acque, dovrebbe trasferirsi in una vicina fabbrica tessile. L’offerta di acquisto è stata fattadice il sindaco incrociando le dita che tutto funzioni.

>>Un edificio in mattoni rossi.>>

Apri in modalità a schermo intero

La fabbrica tessile che la città di Beauceville spera di poter acquisire. Anche un bosco sul lato destro offrirebbe possibilità di sviluppo in futuro. La posizione è vicino all’arena della città e al liceo Jésus-Marie.

Foto: Radio-Canada / Philippe Grenier

Il luogo dovrebbe ospitare anche una caserma dei vigili del fuoco, una biblioteca e organizzazioni comunitarie.

L’organizzazione Le Murmure, un gruppo di sostegno alla salute mentale, che risiede temporaneamente nel centro della città, vorrebbe che questo progetto venisse realizzato.

>>Una donna in piedi davanti a un tavolo da biliardo nero e blu. Vediamo una stanza con uffici individuali.>>

Apri in modalità a schermo intero

Diane Chatigny è direttrice e collaboratrice del gruppo di sostegno Le Murmure. L’organizzazione conta 46 membri e l’anno scorso ha registrato 3.160 partecipazioni nella sua sede temporanea di Place Beauceville.

Foto: Radio-Canada / Philippe Grenier

Il loro edificio è stato demolito l’anno scorso, colpito dall’innalzamento delle acque nel 2019. Beauceville che non abbiamo visitato perché siamo dovuti restare sull’altopiano perché molti dei nostri hanno un reddito basso o non hanno l’auto”,”testo”:”Penso che non ci sia un edificio a Beauceville che non abbiamo visitato visita perché siamo dovuti rimanere sull’altopiano perché molti dei nostri hanno un reddito basso o non hanno un’auto”}}”>Penso che non ci sia un edificio a Beauceville che non abbiamo visitato perché dovevamo rimanere sull’altopiano, perché molti dei nostri hanno un reddito basso o non hanno la macchina.osserva Diane Chatigny, direttrice e relatrice dell’organizzazione Le Murmure.

Vorremmo che ci fossero più spazi per la comunità, che credo manchino nella città di Beauceville attualmente […] è abbastanza unanime.

Una citazione da Diane Chatigny, regista e relatrice, Le Murmure

Ricordi belli e meno belli

A 5 anni dalla storica alluvione, gli impatti sono ancora gravi e il lutto è incompiuto.

Molti dei nostri nipoti sono cresciuti qui con il resto di noiricorda Gaétane Veilleux che dice con un sorriso, ieri è venuta nostra figlia, lo trova lontano.

Ma nella stessa frase ripensa all’acqua sporca che è entrata nella loro casa sul Renault Boulevard. Mi ha rovinato la salute, mi sono ammalato, bronchite cronica.

Ricordi belli e meno belli che coesisteranno a lungo nella memoria collettiva.

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India