30 e 31 maggio 2024

30 e 31 maggio 2024
30 e 31 maggio 2024
-

La Giornata europea del mare, celebrata ogni anno il 20 maggio, è un evento di punta avviato dalla Commissione europea per aumentare la consapevolezza dell’importanza cruciale dei mari e degli oceani. Ha lo scopo di incoraggiare la cooperazione tra i paesi europei al fine di sviluppare e proteggere le risorse marittime.

Un grande incontro per l’Europa marittima

Questa giornata riunisce una moltitudine di stakeholder: governi, istituzioni, imprese, ricercatori e cittadini. Si riuniscono per discutere le sfide e le opportunità associate agli ambienti marini. Nel 2023, l’evento ha attirato a Brest più di 1.500 partecipanti provenienti da 45 paesi, sottolineando la crescente importanza di questa iniziativa.

Obiettivi e problemi strategici

Gli obiettivi della Giornata Marittima Europea sono molteplici e ambiziosi:

  1. Aumentare la consapevolezza all’importanza degli ecosistemi marini, essenziali per la biodiversità e il clima.
  2. Incoraggiare l’innovazione nei settori marittimi, tra cui la pesca sostenibile, l’energia rinnovabile marina e la biotecnologia blu.
  3. Promozione della cooperazione internazionaleessenziale per una gestione efficace e sostenibile delle risorse marittime.

Innovazione e sviluppo sostenibile al centro dei dibattiti

L’innovazione gioca un ruolo centrale durante questi incontri. Le discussioni spesso si concentrano sulle tecnologie emergenti e sulle pratiche innovative che mirano a preservare gli ecosistemi marini. Per esempio, l’uso di droni per il monitoraggio delle popolazioni ittiche dove il progetti di ripristino della barriera corallina utilizzando la biostampa 3D sono argomenti spesso discussi.

Iniziative marittime europee: un impegno per la sostenibilità

Diverse iniziative europee illustrano l’impegno per la protezione marittima:

  • Il programma Orizzonte Europa finanzia progetti di ricerca innovativi sulla conservazione marina.
  • La strategia per la biodiversità al 2030 mira a proteggere almeno il 30% delle aree marine dell’UE.
  • Il Green Deal europeo prevede misure specifiche per ridurre le emissioni di CO2 derivanti dal trasporto marittimo, responsabili del 13% delle emissioni totali del settore dei trasporti.

Le sfide da vincere e la necessità di cooperazione internazionale

Nonostante i progressi, rimangono molte sfide. L’inquinamento causato dalla plastica rimane un grave problema, con circa 150 milioni di tonnellate di plastica sparse negli oceani, che minacciano la vita marina. La pesca eccessiva continua inoltre a decimare alcune popolazioni ittiche, compromettendo l’equilibrio degli ecosistemi marini. Di fronte a queste sfide, la cooperazione internazionale, attraverso accordi come la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (UNCLOS), è fondamentale per regolare le attività marittime e proteggere le risorse comuni.

L’edizione 2024: Un incontro atteso

L’edizione 2024 della Giornata marittima europea si terrà a Svendborg, in Danimarca, il 30 e 31 maggio. Questo sarà un momento privilegiato per tutte le parti interessate interessate per continuare il dialogo e rafforzare le iniziative a favore di un’economia blu sostenibile.

Un futuro marittimo sostenibile

La Giornata europea del mare ci ricorda ogni anno l’importanza vitale degli oceani per il nostro pianeta. Con sforzi concertati, sia a livello europeo che internazionale, è possibile promuovere uno sviluppo marittimo sostenibile, garantendo la protezione di questi fragili ecosistemi per le generazioni future. Continuando a innovare e cooperare, possiamo aspirare a un futuro in cui i mari e gli oceani rimangano una fonte di vita e ricchezza per tutti.

-

PREV RDC: produzione artigianale di oro, il Governo si prepara a rompere la partnership con la Primera emiratina
NEXT Taglio dei tassi di riferimento: la Fed ne prevede solo uno