Metro 14 a Orly, RER E a La Défense… Cosa cambia per i viaggiatori l’estensione di più linee

Metro 14 a Orly, RER E a La Défense… Cosa cambia per i viaggiatori l’estensione di più linee
Metro 14 a Orly, RER E a La Défense… Cosa cambia per i viaggiatori l’estensione di più linee
-

Quattro linee di metropolitana, RER e tram nell’Île-de-France verranno prolungate questa primavera, con le Olimpiadi nel mirino. La chiave per gli utenti è un notevole risparmio di tempo e un maggiore comfort con i nuovi treni e le stazioni rinnovate.

Un anno prospero per i trasporti pubblici in Île-de-France: nel 2024, ben quattro linee di metropolitana, RER e tram saranno estese intorno a Parigi e rivoluzioneranno il modo di viaggiare dei residenti lungo il loro itinerario. Una corsa contro il tempo nei cantieri, dove abbiamo dovuto lavorare duro per consegnare queste linee prima dei Giochi Olimpici, anche se non tutte quelle inizialmente previste sono state completate. Metro 14 per l’aeroporto di Orly, metro 11 a Seine-Saint-Denis, tram T3b verso ovest e RER E per La Défense, Le Figaro fa il punto su ciò che queste estensioni cambiano per gli utenti.

Metro 14 per l’aeroporto di Orly e Saint-Denis-Pleyel

È il progetto più importante del 2024 nel settore dei trasporti dell’Ile-de-France, per la sua portata e i siti strategici serviti. La linea 14 automatica della metropolitana, che collega Mairie de Saint-Ouen a Olympiades (Parigi) attraverso il centro nevralgico di Châtelet, sarà prolungata sia a nord che a sud il 24 giugno. Tempi rispettati a costo di numerose chiusure di linee subite dagli utenti, in orari serali ma anche per settimane intere durante le vacanze scolastiche degli ultimi mesi.

Ma era impossibile fare a meno di questa doppia estensione in occasione delle Olimpiadi: a nord, la stazione supplementare di Saint-Denis-Pleyel servirà il villaggio degli atleti, lo Stade de France e il centro acquatico olimpico. In definitiva, diventerà un’importante stazione di collegamento, poiché qui passeranno anche le linee 15, 16 e 17 del Grand Paris Express. A sud si aggiungono sette stazioni, che collegano l’aeroporto di Orly al centro di Parigi, fornendo finalmente un servizio efficiente alla piattaforma aeroportuale.

Finora per raggiungere l’aeroporto dal centro della capitale, per raggiungere l’aeroporto dal centro della capitale, bisognava prendere l’autobus o la RER B, poi la navetta Orlyval, in circa 48 minuti. Con il prolungamento, ci vorranno solo 26 minuti per arrivare da Châtelet. Saint-Denis, dove si trovano molti siti olimpici, sarà a soli 40 minuti dal secondo aeroporto di Parigi, rispetto alle 1h16 di oggi.

La linea 14 era dotata di treni MP14, più lunghi, più silenziosi e climatizzati.
BERTRAND GUAY/AFP

Anche i passeggeri guadagnano in comfort, poiché la linea è stata adattata per accogliere il milione di passeggeri giornalieri previsti a lungo termine. I treni furono sostituiti da un modello nuovissimo, l’MP14, più silenzioso, climatizzato e più lungo: otto carrozze invece di sei. Tuttavia, non tutti i convogli sono stati ancora consegnati da Alstom, rendendo per il momento impossibile raggiungere l’obiettivo di un treno ogni 85 secondi. La linea è anche l’unica della metropolitana di Parigi ad essere completamente accessibile alle persone con mobilità ridotta.

Questa estensione farà risparmiare anche agli utenti occasionali, che potranno raggiungere le stazioni suburbane al prezzo di un biglietto della metropolitana (2,15 euro a prezzo intero): un viaggio dal centro della capitale a Thiais – Orly in metro sarà a questo prezzo mentre lo stesso viaggio, più lungo, con la RER C fino alla vicina stazione di Pont de Rungis costa 5 euro. Per l’aeroporto di Orly, invece, si dovrà comunque pagare un biglietto a tariffa speciale (a 11,50 euro a prezzo intero), ad eccezione degli abbonati Navigo che vedranno inclusa questa stazione, come le altre nel loro pacchetto. Per loro si tratta anche di un notevole risparmio: il viaggio a Orlyval tra l’aeroporto e la RER costa 11,30 euro, anche con l’abbonamento Navigo.

Leggi anche“Quanto siamo stufi qui?” : le prossime chiusure della linea 14 stanno già dando fastidio agli utenti

Metropolitana 11 fino a Rosny-Bois-Perrier

Meno legata alle Olimpiadi, quest’altra estensione verso Seine-Saint-Denis sarà messa in servizio il 13 giugno, dopo otto anni di lavori. Tuttavia, come per la linea 14, si tratta di una rivoluzione per la linea 11, che vedrà la sua lunghezza raddoppiata da 6 a 12 chilometri con sei nuove stazioni tra Mairie des Lilas e Rosny-Bois-Perrier. Un investimento di 1,3 miliardi di euro, sottolinea Île-de-France Mobilités (IDFM), l’ente organizzatore dei trasporti.

Per i suoi futuri utenti, il prolungamento della linea 11 promette un notevole risparmio di tempo di viaggio. Ci vorranno solo 25 minuti per raggiungere Châtelet dal nuovo capolinea Rosny-Bois-Perrier, rispetto ai 55 minuti di oggi, secondo la RATP, che gestisce questa metropolitana. Le nuove stazioni del prolungamento saranno accessibili alle persone a mobilità ridotta, così come le stazioni Mairie des Lilas e Porte des Lilas, ma non il resto della linea a Parigi.

Di questo ampliamento beneficiano anche gli utenti della linea esistente: tutte le vecchie stazioni sono state ristrutturate e ammodernate, con la creazione di nuovi varchi su dieci di esse per assorbire i maggiori flussi di passeggeri previsti. Come la linea 14, è stata equipaggiata da IDFM con i nuovissimi treni MP14, con cinque carrozze rispetto alle quattro precedenti. Non è stato automatizzato, ma a lungo termine la frequenza di passaggio dovrebbe essere di un metro ogni 105 secondi – al momento mancano ancora sette treni – ovvero una prestazione “vicino a una metropolitana automatica”osserva Pierre Florent, direttore del progetto di ampliamento.

La RER E per Nanterre – La Folie

Questa estensione occidentale è stata messa in servizio il 6 maggio, dopo sette anni di lavoro. Completa l’attraversamento di Parigi di questa linea RER, i cui due rami servono la periferia est, che era l’unica ad avere il capolinea nella capitale. Tre nuove stazioni sono state costruite da Haussmann – Saint-Lazare: Porte Maillot, La Défense e Nanterre – La Folie.

La RER E è la seconda a passare per La Défense e dovrebbe consentire di scaricare la trafficata RER A.
Thibaut Déléaz/Le Figaro

Anche qui, ovviamente, un risparmio di tempo per gli utenti, con i treni che viaggiano fino a 120 km/h sotto Parigi, un record. Il quartiere degli affari La Défense è così collegato direttamente, in una quindicina di minuti, alla Gare du Nord (dove arrivano i treni da Londra e Bruxelles) e alla Gare de l’Est (dove arrivano i treni da Francoforte). Questo nuovo asse di trasporto est-ovest dovrebbe consentire di scaricare la trafficata RER A (1,4 milioni di passeggeri al giorno), che ferma anche a La Défense.

Tuttavia, per il momento questa estensione funziona solo in modalità ridotta, solo tra le 10:00 e le 16:00, nei fine settimana e nei giorni festivi, quindi al di fuori delle ore di punta. Anche qui un problema con la consegna dei nuovi treni RER NG che sono in ritardo e non permettono di circolare sulla tratta centrale i 16 treni l’ora promessi. Ciò dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno, secondo IDFM e SNCF. Entro il 2026, la linea dovrebbe essere nuovamente prolungata a ovest verso Mantes-la-Jolie.

Il tram T3b per Porte Dauphine

Sette stazioni sono state aggiunte a questa linea tramviaria circolare che circonda la capitale attraverso i Boulevards des Maréchaux. Il prolungamento Marguerite Long verso Porte Dauphine, a ovest di Parigi, è stato messo in servizio il 5 aprile. È uno degli ultimi collegamenti mancanti di questo servizio, poiché solo il tratto da Porte Dauphine a Pont du Garigliano non è servito da un tram.

I viaggiatori risparmiano tempo di viaggio rispetto agli autobus che effettuavano la tratta in precedenza, con un tram ogni quattro minuti nelle ore di punta. Il progetto ha permesso inoltre di riqualificare le strade e gli spazi pubblici, rendendoli più verdi e alleggeriti da parte del traffico automobilistico. Secondo IDFM e RATP, l’estensione dovrebbe attrarre 54.000 viaggiatori in più al giorno, portando la linea a un numero di passeggeri di 250.000 al giorno.

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India