“È troppo presto per delineare uno scenario”: dopo la scoperta dei cadaveri a Monflanquin, cosa dice il pubblico ministero

“È troppo presto per delineare uno scenario”: dopo la scoperta dei cadaveri a Monflanquin, cosa dice il pubblico ministero
“È troppo presto per delineare uno scenario”: dopo la scoperta dei cadaveri a Monflanquin, cosa dice il pubblico ministero
-

l’essenziale
Due persone sono state trovate uccise a colpi di arma da fuoco nella loro casa, a Monflanquin (Lot-et-Garonne), questo martedì 28 maggio. Secondo il pubblico ministero è ancora troppo presto per formulare uno scenario. Appare invece improbabile l’intervento di terzi.

La città di Monflanquin è stata scossa questo martedì 28 maggio. I gendarmi sono stati incaricati di indagare sul ritrovamento di un corpo nell’Allée des Mûriers, un piccolo vicolo residenziale vicino all’incrocio tra la strada Villeneuve e la strada Cancon, a sud della bastide. All’interno, una coppia di pensionati, di 88 e 63 anni.

Quando sono arrivati, la polizia ha trovato l’ottuagenario gravemente ferito al volto. Nonostante le cure prestate, è deceduto prima di essere trasportato in ospedale. Secondo i primi accertamenti del medico legale, la sua morte e quella della moglie sarebbero state causate da un’arma da fuoco. Sul posto è stato rinvenuto un fucile da caccia.

Dalla fine della mattinata questa piccola zona residenziale è stata transennata dalla polizia. Secondo un vicino, un pensionato seduto sul suo balcone: “Non ho sentito niente, ho visto i motociclisti arrivare a fine mattinata seguiti da vicino dall’identificazione criminale”. Conosceva i due pensionati, entrambi senza storia.

Sul posto, i tecnici della Sezione Ricerche, i gendarmi della compagnia Villeneuve-sur-Lot e la brigata Monflanquin hanno continuato le indagini. A metà pomeriggio il camion per l’identificazione dei criminali era ancora lì

“Troppo presto per uno scenario”

Secondo le prime testimonianze raccolte, un sistema di tipo “presenza verde” di cui ha beneficiato la coppia ha permesso di allertare i vicini. L’indagine deve consentire di stabilire se l’allarme è stato attivato automaticamente o volontariamente.

Secondo il pubblico ministero, “nessun precedente di violenza domestica era noto a questa coppia, né ai servizi giudiziari né alla gendarmeria del Lot-et-Garonne; nei loro rispettivi casellari giudiziari non risulta alcuna condanna”. Si precisa inoltre che “l’uomo ha avuto difficoltà a far fronte al peggioramento del suo stato di salute”.

Incidente, atto o atto volontario? Per ora è ancora troppo presto per stabilire scenari e ipotesi. D’altro canto, secondo il pubblico ministero, appare improbabile che possa essere intervenuto un terzo. “Detto questo, la procura di Agen non esclude alcuna possibilità di intervento e ha ordinato l’esecuzione dell’autopsia sui due corpi”.

La giornata ha avuto un impatto particolare sugli abitanti della tranquilla cittadina. Il sindaco Nathalie Founaud-Veysset ha visitato il sito. “Sono tutti molto toccati. È una tragedia”, testimonia l’assessore.

-

PREV Limitato il prezzo della benzina: l’Ungheria, che ha adottato questa misura, ha davvero fatto marcia indietro tre mesi dopo?
NEXT Longoria gourmand sul prezzo di Samuel Gigot