La percentuale di francesi che detengono criptovalute è ora maggiore di quella degli americani

La percentuale di francesi che detengono criptovalute è ora maggiore di quella degli americani
La percentuale di francesi che detengono criptovalute è ora maggiore di quella degli americani
-

Se il 7% degli americani detiene criptovalute, i francesi adesso sono un po’ più numerosi.

I francesi ora sono più orientati alle criptovalute rispetto agli americani. E il passaggio è avvenuto nel 2023. È quanto emerge dall’analisi di due studi annuali, pubblicati separatamente da Adan (l’associazione per lo sviluppo degli asset digitali) e dalla Federal Reserve americana (la banca centrale degli Stati Uniti).

Da parte francese, secondo l’ultimo studio Adan, realizzato in collaborazione con KPMG e l’istituto di sondaggi Ipsos e pubblicato nel marzo 2024, “il 12% dei francesi (dai 18 anni in su, ndr) possiede criptovalute” all’inizio del 2024 ( data in cui è stata effettuata l’indagine).

Un dato in crescita di oltre il 28% rispetto al 2023 (9,4%). Ciò rappresenterebbe 6,5 milioni di persone. E se guardiamo solo alle criptovalute (esclusi stablecoin e NFT), il 10% dei francesi sopra i 18 anni le deteneva all’inizio del 2024 (rispetto all’8% nel 2023).

Un investimento finanziario a lungo termine

Dall’altra parte dell’Atlantico, dobbiamo guardare allo studio annuale della Federal Reserve (o Fed) intitolato “Il benessere economico delle famiglie americane nel 2023”, pubblicato il 21 maggio. Pertanto, “il 7% degli americani (adulti, ndr) deteneva o utilizzava criptovalute nel 2023”. Un dato in calo di 3 punti rispetto al 2022 (dove questa quota ha quindi raggiunto il 10%) e addirittura di 5 punti rispetto al 2021 (12%). In altre parole, dallo scorso anno la quota di francesi che detengono cripto-asset è diventata maggiore di quella degli americani.

Nel dettaglio, gli obiettivi di acquisto delle criptovalute sono approssimativamente simili. Acquistare o detenere criptovalute come investimento rimane la priorità per francesi e americani. In Francia, il 41% dei francesi intervistati da Adan lo ha fatto “per investimenti a lungo termine”. Negli Stati Uniti quasi tutti i possessori di crypto lo fanno anche come parte di un investimento (il 7% del 7% che le detiene).

I più letti

-

PREV 15 volte il consumo annuo mondiale: una colossale scoperta di petrolio in Antartide
NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India