Souillac. Una giornata intorno a Vitrac e al Manifesto Surrealista

Souillac. Una giornata intorno a Vitrac e al Manifesto Surrealista
Souillac. Una giornata intorno a Vitrac e al Manifesto Surrealista
-

Il 15 ottobre 1924, sulle Éditions du Sagittaire, appare il primo “Manifesto del Surrealismo”, il cui perno è ovviamente André Breton, che diventa il pontefice sovrano di questo movimento artistico che rivoluzionerà la creazione contemporanea. Tra i padri fondatori di questo movimento (troppo spesso dimenticato, perché presto escluso manu militari) c’è Roger Vitrac, cittadino di Pinsac e Souillac, enfant terribile del surrealismo negli anni ’20.

All’inizio degli anni ’70, il Festival Roger Vitrac gli ha reso omaggio a Souillac e nell’Haut-Quercy. Da tre anni, Cinéphilot, sostenuto da Cauvaldor, evoca ancora una volta le grandi ore creative di questo poeta straordinario e inquietante.

All’inizio dell’estate, un nuovo Roger Vitrac Day (sabato 15 giugno, a Souillac e Pinsac) ci permetterà di ripercorrere la nascita del movimento surrealista grazie a letture di testi, proiezioni e mostre, ma anche attraverso l’installazione di una targa a Souillac, sulla facciata della casa in cui visse per dieci anni la famiglia Vitrac. Questo primo periodo della sua turbolenta infanzia a Souillagaise ha fortemente ispirato Roger Vitrac nella sua creazione drammatica. Ne sono testimonianza due delle sue commedie più famose: Victor ou les Enfants au Pouvoir e Le Saber de mon père.

Il cinema (R. Vitrac lavorò per dieci anni come sceneggiatore e dialoghista) non sarà dimenticato poiché la sera, al Cinema Le Paris di Souillac, verranno proiettati due film: La Coquille e le Clergyman, celebre opera surrealista di Germaine Dulac con Antonin Artaud, complice di Vitrac, e Musidora, la decima musa di P. Cazals, celebra Musidora, la musa dei surrealisti.

Il programma della giornata di sabato 15 giugno:

Alle 11:30 a Souillac 46 Bd LJ Malvy, scoperta di una targa sulla casa Vitrac-Aubrun, dove Roger Vitrac visse per dieci anni.

Alle 13, a Pinsac, ristorante Peyladou, pranzo surrealista (prenotazione obbligatoria).

Alle 16,30 a Pinsac, Espace Roger Vitrac, mostra-libreria: “Il centenario del Manifesto surrealista”, lettura illustrata: Marius-Roger e André… Fantaisie souillagaise 2.

Alle 20:30 al cinema Le Paris 2 film: “La conchiglia e il sacerdote” di Germaine Dulac, primo film surrealista (1927); a seguire “Musidora, la decima musa” un film di Patrick Cazals (2013).

Informazioni e prenotazioni allo 06 85 21 33 04.

-

PREV Questa Cobra da 830 cavalli è la migliore Mustang speciale di tutti i tempi?
NEXT Giornata Mondiale della Fame – 15 giugno 2024