Turismo: meno spesa a destinazione, ma più vantaggi economici

Turismo: meno spesa a destinazione, ma più vantaggi economici
Turismo: meno spesa a destinazione, ma più vantaggi economici
-

Gaspésie ha registrato un aumento del 18% dei benefici economici del turismo per l’anno 2023-2024, anche se i visitatori hanno speso meno nella loro destinazione.

Questo aumento è principalmente attribuibile all’aumento delle tariffe di alloggio, spiega la direttrice generale di Tourisme Gaspésie, Joëlle Ross.

L’anno scorso l’organizzazione ha registrato poco più di tre milioni di pernottamenti. In questo numero rientrano alberghi, chalet, campeggi oltre alle visite a parenti e amici.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

La direttrice generale del Tourisme Gaspésie, Joëlle Ross, spiega che l’80% dei visitatori della Gaspésie proviene dal Quebec. (Foto d’archivio)

Foto: Radio-Canada / Marguerite Morin

La Ross dice che queste cifre sono incoraggianti, ma in questi tempi di inflazione, i giocatori devono comunque fare sforzi costanti per attirare i visitatori.

La gente ha onorato la prenotazione, è venuta a Gaspésie, ma ha speso meno a destinazione.

Una citazione da Joëlle Ross, direttrice generale del Tourisme Gaspésie

Andavano a fare la spesa invece di andare al ristorante, facevano attività gratuite, andavano in spiaggia, facevano escursioni. Forse andavano meno al museo. […] Sappiamo che le persone hanno meno soldi in tasca. Vivremo anni un po’ più difficilispiega.

Un inverno da dimenticare

Joëlle Ross sottolinea che questa valutazione include l’inverno 2024. È stata una stagione orribile per le motoslitte. Le persone venivano da noi per tre, quattro settimane al massimo, mentre di solito vengono da undici a dodici settimane. Anche la stagione sciistica è stata drammatica. È un inverno da dimenticare.

Secondo il direttore, il turismo invernale di Gaspé ha vissuto una delle sue stagioni peggiori.

Il cambiamento climatico è qui. Dovremo prestare attenzione a come svilupperemo i nostri inverni e offriremo alternative ai nostri visitatori. Penso che lavoreremo molto su questocrede la signora Ross.

L’anno turistico 2023-2024 in cifre:

  • 864.000 visitatori da aprile 2023 a marzo 2024, in crescita dell’1% rispetto allo scorso anno
  • 3 milioni di notti
  • 525,5 milioni di dollari in benefici economici per lo stesso periodo, con un aumento del 18% rispetto allo scorso anno
  • 900.000 visite al sito web di Tourisme Gaspésie e 157.000 iscrizioni sui social media
  • 105.000 visitatori agli uffici del turismo di Gaspé

Fonte: Turismo Gaspésie

Sulla strada per l’estate

Nel frattempo il settore si prepara all’alta stagione, che si preannuncia simile a quella dell’anno scorso. Secondo Joëlle Ross, l’ultima volta che ha intervistato i suoi membri, le prenotazioni stavano andando bene nella maggior parte del territorio.

Le persone stanno prenotando e dovrebbero essere lì quest’estate. Di solito abbiamo anche buoni autunni. Costruiremo su questo, sperando che le persone vengano da noi e si divertano.lei dice.

Il direttore generale del Tourisme Gaspésie aggiunge allo stesso tempo che la regione a volte perde visitatori tra l’intenzione di soggiornarvi e la realizzazione della vacanza. Vedremo con il prezzo della benzina, la temperatura, [la fumée de potentiels feux de forêt] o tutti questi fattori sui quali non abbiamo alcun controllo.

-

PREV Petrolio – Sfruttamento del giacimento Sangomar: Barile di speranza – VivAfrik
NEXT la personalità più “preoccupante” dell’adolescente, rispetto a quella di Francis Heaulme