Rudy Gobert paragona Anthony Edwards e Dwyane Wade • Basket USA

Rudy Gobert paragona Anthony Edwards e Dwyane Wade • Basket USA
Rudy Gobert paragona Anthony Edwards e Dwyane Wade • Basket USA
-

Dopo aver eliminato i Nuggets, Anthony Edwards ha parlato molto e riso molto. Questo è il suo carattere, ed è questo che lo attrae. L’esterno dei Wolves è il primo ad ammettere quando sbaglia e quando è cattivo, ma anche il primo a lanciare sfide e a sfidare gli avversari. Come sfidare Kyrie Irving, o lanciarlo a Mike Conley dopo la terza sconfitta in tre partite contro i Mavericks: “È tempo di fare la storia!” Ancora non vedo come possano batterci. Non abbiamo avuto tutti questo clic nello stesso momento. Basta una sola partita. Una sola partita. »

Sì, Anthony Edwards è così: vuole essere alla guida della prima squadra a vincere una serie dopo essere stata sotto 3-0. È successo 154 volte nella storia dei playoff e nessuna squadra ci è riuscita.

A 22 anni “Ant” vuole saltare in avanti, ma questa è solo la quinta serie della sua carriera, mentre Kyrie Irving ha già al suo attivo un titolo NBA e tre Finali. Per Luka Doncic questa è già la seconda finale di conference. A 22 anni, Michael Jordan aveva al suo attivo solo una serie di playoff (persa). Alla stessa età, LeBron James portò i Cavaliers in finale, ma fu travolto dagli Spurs.

Imparare dalla sconfitta

Per Rudy Gobert il miglior paragone possibile porta a Dwyane Wade, campione NBA e MVP delle Finals nel 2006. A… 24 anni certamente, ma era solo alla sua terza stagione, a capo di un gruppo di veterani.

“Ant ha 22 anni e Dwayne Wade ha vinto un titolo a quell’età”spiega Rudy Gobert. “Wade era il leader, ma era circondato da altri veterani che lo hanno aiutato a crescere. Questa è l’impressione che mi dà la nostra squadra. Ant non è ancora nel fiore degli anni, ma è già in grado di guidare una squadra al titolo. Per lui si tratta di imparare ogni giorno, di essere disposto a imparare e a crescere, ed è quello che ha fatto. A volte il dolore della sconfitta è la lezione migliore, ma penso che abbiamo già avuto la nostra parte. Penso che ne abbiamo avuto abbastanza e ora dobbiamo vincere”.

Per Chris Finch, stesso discorso. Anthony Edwards deve imparare a perdere e superare gli ostacoli, come la goffaggine e la pressione difensiva imposta dai Mavericks. Ci sono stati tutti i più grandi.

“Certo, Edwards sta imparando”conclude l’allenatore. “Ha 22 anni, è in finale della Western Conference. Ha tanto peso sulle spalle e ci aspettiamo tanto da lui. Ma sì, è così… Per lui è una lezione, ma dobbiamo anche provare a vincere le partite. »

-

PREV Una famiglia chiede alla NASA 80.000 dollari per un oggetto spaziale caduto sulla loro casa
NEXT cosa ricordare da venerdì 21 giugno