Arrestate due persone sospettate di complicità nell’omicidio di Mably

-

Un uomo e una donna, residenti a Roannais, sono stati presentati al gip. La coppia avrebbe aiutato finanziariamente il presunto colpevole a fuggire in Italia.

A seguito delle informazioni rivelate dai nostri colleghi di Progresso, venerdì 24 maggio, due persone sono sospettate di complicità nelle indagini sull’omicidio di Mably. Si tratta di un uomo e una donna, residenti a Roannais, coetanei della vittima e presunto autore dell’omicidio.

Arrestato in Italia un sospettato in fuga

La coppia avrebbe aiutato materialmente, soprattutto economicamente, il presunto autore del reato e la sua compagna a fuggire dalla Francia, dopo la tragedia avvenuta nella notte tra il 9 e il 10 maggio. L’uomo sospettato dell’omicidio, 20 anni, è stato individuato e arrestato a Rimini, in Emilia-Romagna, sulla costa adriatica, venerdì 17 maggio. Le indagini continuano, il presunto colpevole dovrebbe essere presto estradato.

La giustizia francese aveva emesso nei suoi confronti un mandato d’arresto europeo. Il suo compagno si era rivolto alla polizia dopo aver lasciato l’Italia, pochi giorni dopo la loro fuga.

Posti sotto controllo giudiziario dopo la loro custodia

La coppia è stata arrestata e presa in custodia alla fine della settimana scorsa, nei locali della Polizia giudiziaria di Saint-Etienne. Presentati al gip incaricato delle indagini, sono stati incriminati per complicità in omicidio volontario e rilasciati sotto controllo giudiziario al termine delle udienze.

Il presunto autore dell’omicidio resta per il momento detenuto in Italia. La sua richiesta di estradizione dovrebbe essere completata nei prossimi giorni.

Pasquale Jacquet

-

PREV “Adrien Quatennens, preferiamo quando abbassa le braccia piuttosto che quando alza la mano”
NEXT Rad: il Tour de France inizia nel 2026 a Barcellona