PREFIRE: questi mini satelliti della NASA misureranno meglio il cambiamento climatico

PREFIRE: questi mini satelliti della NASA misureranno meglio il cambiamento climatico
PREFIRE: questi mini satelliti della NASA misureranno meglio il cambiamento climatico
-

Sabato è stato lanciato il primo satellite dalla Nuova Zelanda. Il suo compagno dovrebbe raggiungerlo in orbita nei prossimi giorni, ha annunciato l’agenzia spaziale americana. Queste macchine, non più grandi di una scatola da scarpe, misureranno il calore che fuoriesce dai poli e forniranno maggiori dettagli sul futuro del pianeta Terra in fase di riscaldamento.

Per capire cosa sta succedendo sulla Terra, a volte bisogna fare un passo indietro. Grazie a due nuovi satelliti della NASA, i ricercatori saranno in grado di comprendere meglio i cambiamenti climatici.

Di la dimensione di una scatola da scarpe, il primo satellite è stato lanciato sabato scorso da Māhia, nel nord della Nuova Zelanda. Ha viaggiato dentro di sé il razzo elettronicocostruito dalla società privata americana Rocket Lab.

Sviluppata con l’Università del Wisconsin-Madison, la missione PREFIRE, per “Polar Radiant Energy in the Far-InfraRed Experiment”, comprende un secondo satellite simile da Rocket Lab, che verrà lanciato nei prossimi giorni.

Comprendere l’effetto serra nell’Artico e in Antartide

Insieme, i CubeSat avranno la capacità di misurare la quantità di calore che i poli Nord e Sud irradiano nello spazio, e come questo influenza il nostro clima, afferma la NASA. E questo, grazie ad uno spettrometro termico a infrarossi.

“I dati della missione… contribuiranno a migliorare la nostra comprensione l’effetto serra ai polipiù in particolare la capacità del vapore acqueo, nuvole e altri elementi dell’atmosfera terrestre per intrappolare il calore e impedirne l’irradiazione nello spazio.”

Attualmente, i modelli degli scienziati ambientali si basano solo su teorie per valutare la perdita di calore, ha affermato Tristan L’Ecuyer, ricercatore affiliato all’Università del Wisconsin-Madison, durante una conferenza stampa.

Grazie alle misurazioni della coppia di satelliti potranno aggiornare i loro modelli climatici e glaciali, e quindi presenti previsioni ancora più precise sulla perdita del ghiaccio marino, sullo scioglimento delle calotte polari e sul cambiamento del livello del mare, “creando così una migliore comprensione di come funziona il sistema il nostro pianeta cambierà negli anni a venire – informazioni cruciali per gli agricoltori che seguono i cambiamenti del tempo e dell’acqua, il flotte da pesca il lavoro in mare sta cambiando e le comunità costiere stanno rafforzando la propria resilienza”ha chiarito lo scienziato.

Si prevede che la missione opererà per 10 mesi.

Potrebbe interessarti anche:

⋙ Incredibile: la NASA lancerà una barca a vela spaziale, alimentata dal sole

⋙ La NASA vuole “toccare il Sole” nel 2024: una prima assoluta per l’esplorazione spaziale

⋙ Clima: l’ultima volta che la CO2 ha raggiunto tali livelli è stato 14 milioni di anni fa

⋙ Deep Climate Expedition: 19 volontari mettono alla prova i propri limiti in ambienti estremi

-

PREV “Nessuno ha la minima idea di quanti ostaggi siano ancora vivi”, ammette Osama Hamdan, portavoce di Hamas
NEXT Il Niger ha chiuso le valvole del suo petrolio verso il Benin dal 6 giugno