Mayotte: una seconda morte legata al colera

Mayotte: una seconda morte legata al colera
Mayotte: una seconda morte legata al colera
-

Una seconda persona è morta sabato 25 maggio a Mayotte in un contesto di espansione dell’epidemia di colera, ha annunciato l’Agenzia regionale della sanità.

Alexis Llanos con l’AFP

Scritto sopra 27/05/2024

Un primo decesso è avvenuto l’8 maggio —
Shutterstock

Una donna di 62 anni è morta di colera questo sabato 25 maggio a Mamoudzou, capoluogo dell’isola di Mayotte, lo ha annunciato domenica 26 maggio in un comunicato stampa l’Agenzia sanitaria regionale (ARS). Si tratta della seconda morte legata a questa epidemia a Mayotte, il più povero dei dipartimenti francesi, situato nell’Oceano Indiano.

Un primo decesso l’8 maggio

La donna è morta “nella sua casa sulle alture del quartiere Cavani, a Mamoudzou”ha precisato l’Ars. “In applicazione del protocollo di controllo del colera, le squadre di intervento si sono recate sul posto per disinfettare la casa e prendersi cura delle persone vicine al defunto”aggiunge. “Da questa domenica si effettuano le operazioni di vaccinazione per i casi di contatto”.

Negli ultimi mesi diverse decine di persone sono state colpite dal colera. I primi casi nel territorio sono stati registrati a metà marzo tra le persone di ritorno dalle vicine Comore, dove l’epidemia è dilagante. I primi casi “nativi” diagnosticati in pazienti che non avevano lasciato Mayotte sono comparsi alla fine di aprile. L’8 maggio un bambino di tre anni è morto a causa di questa malattia.

Leggi anche: Un decesso, 65 casi registrati: cosa c’è da sapere sull’epidemia di colera a Mayotte

Quali sono i sintomi del colera?

Il colera, una malattia batterica che può causare diarrea acuta, si trasmette attraverso acqua o cibo contaminati. Esistono vaccini e trattamenti efficaci.

Nelle persone colpite dal colera, “L’80-90% degli episodi sono lievi o moderatamente gravi ed è quindi difficile distinguerli clinicamente da altri tipi di diarrea acuta”, secondo Public Health France. In assenza di cure o vaccini, la morte avviene entro uno o tre giorni, in particolare nei bambini, negli anziani e negli individui fragili.

Dove si trova il maggior numero di batteri? —
La rivista della salute – Francia 5

-

PREV Un prodigio del parapendio di 22 anni muore durante i campionati francesi
NEXT Gas naturale: WAPCo segnala un calo dei volumi