Costo delle risorse umane: la Tunisia ha i prezzi più bassi tra 9 paesi

Costo delle risorse umane: la Tunisia ha i prezzi più bassi tra 9 paesi
Costo delle risorse umane: la Tunisia ha i prezzi più bassi tra 9 paesi
-

La Tunisia ha i costi netti annuali delle risorse umane più bassi rispetto a un campione di 8 paesi, ovvero Romania, Bulgaria, Marocco, Italia, Spagna, Regno Unito, Francia e Germania, questo è quanto emerge dal rapporto “I costi dei fattori in Tunisia 2024” pubblicato ad inizio anno dalla FIPA.

Il rapporto si basa su un confronto tra i costi netti annuali di alcuni profili in Tunisia (analista del supporto IT, ingegnere elettronico, direttore dello sviluppo aziendale, leader del team R&D, ingegnere robotico, operatore di produzione) e i loro costi nei paesi componenti il ​​campione. Questo documento descrive quindi la competitività basata sui bassi costi di queste categorie di lavoratori.

Per un analista del supporto IT che fornisce supporto in prima linea, gestisce l’help desk, forma gli utenti e installa anche sistemi IT, la Tunisia ha i costi netti annuali più bassi e si aggirano intorno ai 6.587 euro (1 euro = 3,38 dinaro tunisino). Il rapporto stima quindi che questa categoria di lavoratori in Tunisia sia più “competitiva” del 76% rispetto alla media del campione che si aggira intorno ai 26.966 euro l’anno.

L’ingegnere elettronico progetta, sviluppa e testa componenti, dispositivi, sistemi o apparecchiature elettroniche di ogni tipo. Può specializzarsi in almeno uno dei settori dell’ingegneria dei controlli, della strumentazione, dell’elaborazione dei segnali e/o dell’ingegneria delle telecomunicazioni. Anche per questa categoria la Tunisia presenta i costi netti annuali più bassi del campione con 15.153 euro. Secondo il rapporto, questa categoria di lavoratori in Tunisia è quindi più “competitiva” del 67% rispetto alla media del campione che si aggira sui 46.117 euro l’anno.

La Tunisia presenta anche i costi netti annuali più bassi (€ 13.842) per la categoria dei direttori dello sviluppo aziendale, la cui missione è identificare e sviluppare fonti di riferimento nuove ed esistenti per sviluppare relazioni e moltiplicare le opportunità di business e che sono anche responsabili del mantenimento dei rapporti di lavoro con gli esistenti clienti al fine di garantirne la fidelizzazione. Questa categoria di lavoratori in Tunisia è più “competitiva” del 67% rispetto alla media del campione che si aggira intorno ai 42.779 euro l’anno.

La Tunisia è in fondo alla classifica anche per quanto riguarda la categoria dei team leader di R&S. Il leader del team R&D è infatti responsabile dello sviluppo e del miglioramento di prodotti o nuovi sistemi. Guida un team su un progetto o parte di un progetto di ricerca di media complessità. Con un costo netto annuo di circa 16.854 euro, questa categoria è più “competitiva” del 66% rispetto alla media del campione che si aggira intorno ai 49.950 euro l’anno.

Gli ingegneri robotici tunisini sono anche i meno pagati rispetto ai loro colleghi dei paesi campione. L’ingegnere robotico è responsabile della progettazione, del test e della costruzione dei robot. Per svolgere i loro compiti utilizzano sistemi di progettazione e disegno assistiti da computer e di produzione assistita da computer (CADD/CAM). Determina le esigenze particolari di ciascuna applicazione e personalizza il robot. Progetta inoltre i programmi informatici adatti all’installazione del robot. Con un costo netto annuo di 17.196 euro, questa categoria di lavoratori in Tunisia è più “competitiva” del 66% rispetto alla media del campione (51.091 euro all’anno).

Per una qualifica “media” come quella di operatore produttivo, anche la Tunisia è ultima con costi netti pari a 5.843 euro. Questa categoria in Tunisia è quindi più competitiva del 77% rispetto alla media del campione che si aggira intorno ai 26.408 euro l’anno.

-

PREV In Senegal il governo annuncia un calo dei prezzi dei prodotti alimentari
NEXT Giorni speciali a Vannes per celebrare la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue