capocannoniere della R1, Tom Giguet si unisce all’ASPTT Caen

capocannoniere della R1, Tom Giguet si unisce all’ASPTT Caen
capocannoniere della R1, Tom Giguet si unisce all’ASPTT Caen
-

Tale padre tale figlio ! Un sacco di anni dopo suo padre, Thierry, che ai suoi tempi era nel periodo d’oro dell’AS Cherbourg e che aveva giocato anche nell’ASPTT Caen, Tom Giguet, puro prodotto della formazione ascista, emigrò per tre anni all’FC Equeurdreville-Haineville, ha seguito le orme di suo padre. L’informazione è sorprendente poiché conosciamo l’attaccamento del giovane di 23 anni alle sue terre nel Cotentin.

“Ho annunciato la settimana scorsa al gruppo che avrei smesso con la FCEH (8e del gruppo A del R1 gruppo A). Mi unisco all’ASPTT Caen (7e del girone F della N3) perché dal punto di vista personale e professionale sarà più semplice. Volevo anche raggiungere il livello nazionale. Ho avuto altre proposte ad un livello più alto ma credo che dobbiamo andare passo dopo passo, non saltare i passaggi e penso che questo sia il logico passo successivo nel mio piano di sviluppo. »

“Penso che troverò un gruppo così felice”

Il suo titolo di capocannoniere della Regionale 1 spiega ovviamente l’interesse che ha suscitato in tanti club: 22 gol segnati, quasi il doppio di quello del suo secondo posto in classifica, un ultimo gol segnato nella 6ae minuto contro Avranches per la fine del campionato… “Ha camminato sull’acqua per tutta la stagione”riassume vividamente Jean-Christophe Marivaux, presidente della FCEH.

Una stagione intera che ha le sue ragioni. “Sono arrivato alla FCEH senza sapere veramente cosa sarebbe successo, ero un po’ destabilizzato dalla fine della mia avventura con il Cherbourg. I miei primi due anni sono stati un po’ difficili. Dovevo trovare un nuovo ritmo negli affari, nel calcio, nella vita personale sapendo che vivo a Caen. Quest’anno ho fatto una preparazione completa. Ho potuto continuare, non ho riscontrato lacune né a livello fisico né a livello di fiducia. È stato abbastanza piacevole. »

Lo spirito familiare e solidale della FCEH si ritrova anche tra gli impiegati delle poste di Caen che condividono gli stessi valori. “È esattamente così. L’anno scorso sono andato a festeggiare il titolo con loro, conosco i ragazzi. Penso che troverò un gruppo allegro e alla mano come qui a Équeurdreville. »

-

PREV Euro 2024: Kylian Mbappé segna contro gli avversari in allenamento
NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India