I prezzi del petrolio salgono prima dell’inflazione e dei dati dell’OPEC Da Investing.com

I prezzi del petrolio salgono prima dell’inflazione e dei dati dell’OPEC Da Investing.com
I prezzi del petrolio salgono prima dell’inflazione e dei dati dell’OPEC Da Investing.com
-

Investing.com– I prezzi del petrolio sono saliti negli scambi asiatici lunedì, recuperando leggermente dalle forti perdite della scorsa settimana, mentre i trader attendono ulteriori indizi sull’inflazione statunitense e una riunione dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio questa settimana.

Tuttavia, si prevede che i volumi degli scambi saranno limitati a causa delle festività negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Il petrolio in scadenza a luglio è salito dello 0,1% a 82,22 dollari al barile, mentre il petrolio è salito dello 0,2% a 77,85 dollari al barile alle 20:41 ET (00:41 GMT). .

Il petrolio risana le perdite settimanali, si attendono indici di inflazione.
Entrambi i contratti sono scesi di oltre il 2% la scorsa settimana dopo aver toccato il livello più basso a febbraio, poiché i timori di tassi di interesse elevati a lungo termine hanno aumentato le preoccupazioni sulla domanda.

Questa settimana, l’attenzione si concentra su ulteriori domande sull’inflazione, in particolare sui dati dell’indice dei prezzi PCE, che è l’indicatore di inflazione preferito dalla Federal Reserve.

Una serie di avvertimenti da parte dei funzionari della Fed sull’aumento dell’inflazione ha scosso i prezzi del petrolio la scorsa settimana, mentre i trader hanno gradualmente ignorato le aspettative di tagli dei tassi di interesse quest’anno.

I mercati temono che tassi elevati possano paralizzare l’attività economica e quindi la domanda di petrolio greggio nei prossimi mesi.

Anche i dati che mostrano un aumento inaspettato delle scorte statunitensi hanno pesato sul greggio, anche se si prevede che la domanda nel più grande consumatore di carburante del mondo si riprenderà con la stagione estiva ricca di viaggi.

Previsto incontro dell’OPEC+ per ulteriori indicazioni sull’offerta

I mercati petroliferi hanno anche anticipato la riunione dell’OPEC+ del 2 giugno, in cui il gruppo di produttori dovrebbe decidere se estendere i tagli alla produzione oltre la scadenza di fine giugno.

I tagli estesi alla produzione e un potenziale miglioramento della domanda potrebbero portare a un inasprimento dei mercati petroliferi nel breve termine, il che fa ben sperare per i prezzi. I tagli alla produzione dell’OPEC erano mirati principalmente a sostenere i prezzi del greggio nell’ultimo anno.

L’OPEC prevede che la domanda aumenterà di 2,25 milioni di barili al giorno quest’anno, mentre l’Agenzia internazionale per l’energia prevede una crescita della domanda inferiore di 1,2 milioni di barili al giorno.

-

PREV L’ultimo smartphone Xiaomi 14 ha un prezzo pazzesco grazie a questa offerta limitata unica
NEXT A Marsiglia, i prezzi di Airbnb scendono del 10% un mese prima dei Giochi Olimpici