Moncoutant vuole costruire e vedere più in alto

Moncoutant vuole costruire e vedere più in alto
Moncoutant vuole costruire e vedere più in alto
-

Per la sua prima stagione al club, Louis Robichon, il giovane allenatore del Boca, non era lucido. Tra la fine della stagione di Natalija Randall-Djurka a novembre, l’arrivo di Anne-Laure Jean-Gilles a ottobre, l’infortunio di Morgane Avelange-Demouge per un mese, il trauma cranico di Chloé Vasse, i crociati per Sistine Louis e il secondo portiere , Gladys Mathieu, “non siamo stati risparmiati, ha ammesso l’allenatore. Nonostante tutto resteremo nella N2 ed è bello. »

Il gruppo presentato per l’ultima giornata non ha superato in media i vent’anni. “La prossima generazione è qui e il mix con quelle vecchie crea qualcosa di interessante, Lui continuò. Potremo guardare alla prossima stagione con questo supporto in tasca e le reclute dovrebbero arrivare. » Se appariranno volti nuovi, altri andranno nella direzione opposta con Sixtine Louis e Chloé Vasse diretti a Celles, mentre Pauline Clochard si prende una pausa per viaggiare. La cosa ovvia è trovare una babysitter.

“Ci rafforzeremo”

Al lavoro per preparare il prossimo esercizio finanziario da gennaio, Louis Robichon sarà ancora una volta alla guida di questo gruppo “Tutto accelererà rapidamente. Ho imparato molto in questo gruppo ed è super piacevole. Funzionano molto. » Anche i co-presidenti, Aude Moreau e Nicolas Bourgeois, hanno lavorato sul profilo futuro di questa squadra ma abbiamo dovuto aspettare l’ufficializzazione di questa importante manutenzione per portare nuovi giocatori al Bocage.

“Ci rafforzeremo per garantire meno stress e l’obiettivo è raggiungere la vetta della classifica. hanno spiegato. Cercheremo di conquistare i primi posti. E non si sa mai, niente è proibito… Soprattutto vogliamo vivere una stagione in modo più sereno perché le ultime due sono state complicate. Ci sono giovani che arrivano con ragazze di 17-18 anni! Ci è sempre stato detto che non eravamo capaci di far emergere i giovani per giocare a questi livelli e noi abbiamo dimostrato il contrario. »

In attesa che vengano definiti i contorni di questa nuova rosa con diversi profili da ricercare, la SAM può approfittare del momento e di questo mantenimento maturato sicuramente su una sconfitta finale, la sesta consecutiva, ma che solleva seriamente il morale. I giovani, a volte in grandi difficoltà, hanno fatto progressi durante tutto l’anno. E poiché è nella difficoltà che costruiamo noi stessi, le ragazze dovrebbero trarne insegnamento per il prossimo esercizio e alzare ulteriormente il loro livello di gioco.

-

PREV Chi era Taleb Abdallah, il dirigente di Hezbollah eliminato a Jouaya?
NEXT intenso fuoco di artiglieria e attacchi nel sud della Striscia di Gaza