38a giornata, Real Madrid – Real Betis: ultima prova prima della finale – Le Journal du Real

38a giornata, Real Madrid – Real Betis: ultima prova prima della finale – Le Journal du Real
38a giornata, Real Madrid – Real Betis: ultima prova prima della finale – Le Journal du Real
-

Questa sera il Real Madrid ospita il Real Betis per l’ultima giornata del campionato spagnolo. L’occasione per Carlo Ancelotti e i suoi giocatori di fare un’ultima prova prima della finale di Champions League contro il Dortmund sabato prossimo a Wembley.

Dopo un campionato quasi perfetto nella Liga, con una sola sconfitta sul cronometro, il Real Madrid intende finire la stagione del campionato in grande stile. Vincendo la partita contro il Real Betis questa sera, IL Merengue può segnare il secondo maggior numero di punti in campionato nella sua storiadietro ai 100 punti di José Mourinho nel 2012.

Una difesa messa alla prova

Dopo il sorprendente incontro contro il Villarreal, dove si è unito anche il Real Madrid I Blancos guidata da tre obiettivi, la cerniera centrale sarà particolarmente esaminata. L’associazione Militao-Rüdiger non era soddisfacente e il difensore brasiliano è stato punito per la sua pessima partita con l’espulsione allo scoccare dell’ora. Un problema infernale per i Merengue che ha lasciato andare completamente la partita dopo il primo tempo.

Privo di automatismi, l’ex giocatore del Porto ha avuto tutte le difficoltà del mondo da mostrare tutta la sua potenza in una partita che avrebbe dovuto essere controllata. Una volta immaginato come titolare per la finale di Champions League, ora è possibile immaginare Nacho al suo posto accanto ad Antonio Rüdiger.

Secondo intoppo confermato durante la settimana, Aurélien Tchouaméni è stato ufficialmente dichiarato indisponibile per questo fine settimana e per la finale dell’LDC tra una settimana. Unica vera sentinella del Real Madrid, Carlo Ancelotti non deve correre rischi e scegliete la stessa sentinella questo pomeriggio e sabato prossimo per mantenere gli automatismi. Per lui le scelte sono diverse: mettere Camavinga in 6 nel 4-4-2 a quadri, oppure mettere Valverde e Kroos nel 4-2-3-1.

In ogni caso, l’undici titolare dovrebbe cambiare ben poco tra stasera e Dortmund. Soprattutto perché la squadra opposta è un avversario convincente e poi, l’ultimo avversario che ha battuto il Real Madrid in una finale di campionato. Qualificato per la Conference di Europa League e settimo qualunque cosa accada dopo quest’ultima giornata, il Real Betis può dare filo da torcere al Real Madrid, imbattuto in questa stagione, davanti al pubblico di casa.

L’ultima danza di un metronomo

Annunciato prossimo al rinnovo, Toni Kroos ha annunciato questa settimana che la sua carriera si concluderà quest’estate, dopo un Europeo che giocherà in casa. Arrivato nel 2014 dopo aver vinto la Coppa del Mondo in Brasile, il 34enne centrocampista avrà lasciato il suo segno indelebile nella storia del Real Madrid. È uno dei volti di una delle epoche migliori della storia del club, vincendo tanti trofei quanti riconoscimenti personali.

Non è per le sue statistiche che lo ricorderemo, ma per le sue qualità tecniche che lo hanno reso il giocatore con la migliore percentuale di passaggi riusciti nei cinque maggiori campionati. Un membro indistruttibile della comunità madrilena da quasi un decennioKroos ha deciso di andarsene all’apice della sua carriera, non volendo aspettare che la sua età influisse sul suo livello di gioco.

“Come è stato detto prima, le leggende possono scegliere il loro futuro. Toni ha deciso di fermarsi e noi rispettiamo molto questa decisione. È la decisione di un uomo con le palle. La generazione più anziana sta lasciando il club, ma i giovani stanno prendendo il sopravvento. »

Carlo Ancelotti, ieri in conferenza stampa pre-partita

Rischiano di dirlo anche Real Madrid e Santiago Bernabéu Addio ad un altro giocatore emblematico del club che è Nacho. Non è stata confermata né ufficializzata una partenza da parte del giocatore che ha il sostegno di Carlo Ancelotti, qualora decidesse di restare nella capitale spagnola. Sarà una serata ricca di emozioni nella tana del fuoriclasse spagnolo, ma attenzione a non perdere di vista gli obiettivi: conquistare la vittoria e scaldare i giocatori prima dell’epilogo della stagione, sabato prossimo a Wembley.

Médric Bouzermane

-

PREV “Spero di avervi reso orgogliosi”: Blue Bloods è finito, la star della serie condivide un messaggio toccante – News Series
NEXT NÎMES Inizio della Giornata Olimpica della Gardoise all’università