Cosa vedere, cosa fare? Il 1° giugno Parigi si trasforma in una galleria a cielo aperto con Nuit Blanche

Cosa vedere, cosa fare? Il 1° giugno Parigi si trasforma in una galleria a cielo aperto con Nuit Blanche
Cosa vedere, cosa fare? Il 1° giugno Parigi si trasforma in una galleria a cielo aperto con Nuit Blanche
-

In occasione della 23a edizione di Nuit Blanche, la curatrice e critica d’arte Claire Tancons risveglia la Grande Parigi per rendere omaggio alla creazione contemporanea e alle arti d’oltremare. L’evento notturno, scandito da installazioni e performance che invadono lo spazio pubblico e le istituzioni museali, a Parigi ma anche in una trentina di comuni metropolitani e a Rouen, metterà quest’anno in risalto opere provenienti dai territori francesi d’oltremare come Guadalupa, Mayotte e Guyana.

“Gli artisti di Nuit Blanche 2024 sono rappresentativi della diversità delle pratiche artistiche contemporanee globalizzate piuttosto che rappresentare un’appartenenza nazionale”, precisa il direttore artistico dell’evento. Per una veglia serale di successo, vi diciamo tutto quello che non dovete perdervi tra le centinaia di proposte artistiche sparse nell’Île-de-France.

Incontro al Théâtre de la Ville – Sarah Bernhardt per lo spettacolo NON POSSO RESPIRARE, dell’artista visivo e autore Jean-François Boclé e del coreografo Julien Boclé. Il duo della Martinica proporrà una rilettura delle ultime parole di George Floyd attraverso le analisi dello psichiatra Frantz Fanon, figura di spicco del decolonialismo, in particolare in Algeria, attraverso uno spettacolo coreografico.

Vicino alla Cappella dell’ospedale Pitié Salpêtrière sarà allestita un’installazione tessile e video di grande formato della Guyana Tabita Rezaire, mentre il parco di Belleville sarà temporaneamente trasformato in un cinema all’aperto per la proiezione del documentario Koropa, girato a Mayotte dalla regista Laura Henno, che si interroga sulla questione dell’immigrazione. Ad Aubervilliers, il film Fallimento critico, dell’artista franco-marocchino Phoenix Atala, prenderà in considerazione il futuro nella rappresentazione delle comunità queer razzializzate.

Con l’avvicinarsi delle Olimpiadi, anche l’evento notturno strizza l’occhio ai Giochi Olimpici BENELÉ!!!, dell’artista guadalupano Kenny Dunkan. Questa passeggiata collettiva sullo skateboard tra il municipio e Place de la République mostrerà questa nuova disciplina olimpica sotto una luce diversa.

Al Carreau du Temple, uno spettacolo del violinista Romuald Grimbert-Barré e della coreografa Johana Malédon unirà scherma, danza e musica. Alla White Coats Hall è possibile assistere allo spettacolo Anello dei miei sogni, di Julie Coulon. Infine, alla Fondazione Gruppo EDF, per chiudere la serata in bellezza e glitter, Sara Forever, finalista della seconda stagione di Drag Race Franciapresenterà una performance unica nel corso di una serata ad accesso gratuito, che sarà scandita anche da un DJ set di La Boum e da uno spettacolo del collettivo Famille Maraboutage.

La Nuit Blanche 2024 si terrà il 1° giugno.

Konbini, partner della Città di Parigi.

-

PREV Un ultra-trail in Alta Savoia si trasforma in una tragedia e lascia un morto: i partecipanti sono indignati: “Perché è stata data la partenza?”
NEXT Angelus: seminare il Vangelo e aspettare che il seme gettato cresca