i resti dell’ostaggio francese Orion Hernandez-Radoux recuperati dall’esercito israeliano – Libération

i resti dell’ostaggio francese Orion Hernandez-Radoux recuperati dall’esercito israeliano – Libération
i resti dell’ostaggio francese Orion Hernandez-Radoux recuperati dall’esercito israeliano – Libération
-
Israele-Palestina, conflitto senza fine?caso

I corpi di tre ostaggi trattenuti nella Striscia di Gaza dopo l’attacco di Hamas del 7 ottobre sono stati recuperati, ha annunciato venerdì 24 maggio l’esercito israeliano. Uno di loro è di nazionalità francese: Orion Hernandez-Radoux.

I resti dei tre ostaggi di Hamas detenuti nella Striscia di Gaza dopo gli attentati del 7 ottobre sono stati recuperati, ha annunciato venerdì 24 maggio in un comunicato stampa l’esercito israeliano. Tra loro c’è il corpo di un cittadino franco-messicano: Orion Hernandez-Radoux.

Dopo l’annuncio, Emmanuel Macron ha dichiarato di aver appreso “con immensa tristezza” la morte di Orión Hernández-Radoux. “Penso alla sua famiglia e a chi gli è vicino. Siamo al loro fianco”indica il Presidente della Repubblica in un messaggio sul “La Francia resta impegnata più che mai a liberare tutti gli ostaggi”.

“I corpi degli ostaggi [Chanan] Yablonka (israeliano, ndr), Michel Nisenbaum (israeliano-brasiliano, ndr) e Orion Hernandez [-Radoux] (franco-messicani, ndr) sono stati recuperati nella notte nel corso di un’operazione congiunta. precisa l’esercito israeliano nel suo comunicato stampa. Spiega anche che questa operazione è avvenuta con i servizi segreti israeliani a Jabalia, nel nord del territorio della Striscia di Gaza.

Stava partecipando al festival musicale Tribe of Nova

Orion Hernandez Radoux, 32 anni, stava partecipando al festival musicale Tribe of Nova nel sud di Israele quando i combattenti di Hamas hanno attaccato. Era con la sua amica Shani Louk, una donna tedesco-israeliana di 22 anni apparsa in seguito in un video sui social media, sdraiata a faccia in giù, apparentemente priva di sensi e seminuda, nel retro di un camioncino nella Striscia di Gaza. L’esercito israeliano ha annunciato il 17 maggio di aver rimpatriato il suo corpo.

Insieme a Chanan Yablonka e Michel Nisenbaum, Orion Hernandez Radoux era una delle 124 persone ancora detenute a Gaza, delle 252 rapite il 7 ottobre. I loro tre corpi furono restituiti a Israele. Secondo l’esercito israeliano il numero degli ostaggi ancora detenuti ammonta a 121, di cui 37 morti.

-

PREV Una commissione dell’Onu giudica Israele colpevole di “sterminio”, “crimini contro l’umanità”, omicidi di palestinesi e ostaggi israeliani.
NEXT La Corvette prevede di risalire in classifica dall’oggi al domani