Sepolture anonime a Kamloops: una giornata di riflessione per rendere omaggio ai dispersi | Scuole residenziali per aborigeni

Sepolture anonime a Kamloops: una giornata di riflessione per rendere omaggio ai dispersi | Scuole residenziali per aborigeni
Sepolture anonime a Kamloops: una giornata di riflessione per rendere omaggio ai dispersi | Scuole residenziali per aborigeni
-

Secondo il rapporto, sul terreno dell’ex collegio si trovano circa 200 tombe anonime.

Incoraggiamo tutti a prendersi del tempo per l’introspezione, l’apprendimento e l’incontro con i propri cariafferma la Prima Nazione sul suo sito web.

Mentre ci fermiamo per riflettere e onorare la memoria di Le Estcwicwéy̓ [le disparu] e tutti coloro che sono colpiti dal sistema scolastico residenziale, ci impegniamo nuovamente a continuare l’opera di riconciliazione e di guarigione.

Giovedì gli uffici della First Nation rimarranno chiusi.

Riflettendo sugli ultimi tre anni, Angela Biancodirettrice esecutiva della Aboriginal Residential School Survivors Society, dice di pensare a tutte le persone che l’hanno contattata per chiedere sostegno e che hanno cercato modi per aiutare i sopravvissuti.

Si tratta davvero di aiutare le persone, guidarle, stare al loro fianco e affrontare tutte le domande a cui potremmo non avere mai risposta.dice Angela Bianco.

Il collegio chiuse nel 1978

La Kamloops Indian Residential School è stata gestita dalla Chiesa cattolica dal 1890 al 1969, quando il governo federale ne ha assunto l’amministrazione. Lo stabilimento chiuse i battenti nel 1978.

Secondo il Centro nazionale per la verità e la riconciliazione (CNVR), in determinati orari il luogo era frequentato fino a 500 residenti. Presumibilmente sarebbero stati rimossi dalle comunità delle Prime Nazioni in tutta la Columbia Britannica e oltre.

>>>>

La Kamloops Indian Residential School è stata gestita dalla Chiesa cattolica dal 1890 al 1969. È stata chiusa nel 1978. (Foto d’archivio)

Foto: Centro Nazionale per la Verità e la Riconciliazione

La pubblicazione dei risultati dell’analisi georadar nel 2021 ha scatenato un movimento nazionale. Le Prime Nazioni in tutto il paese hanno iniziato le proprie ricerche sui terreni delle ex scuole residenziali. Secondo il governo federale, almeno 145 Prime Nazioni ricevono fondi federali per ricercare i siti o erigere memoriali.

Analisi Georadar (nuova finestra) non consentono il ritrovamento di resti umani. Rilevano disturbi del terreno che appaiono anomali. Combinato con la conoscenza della comunità, questo può aiutare a identificare i luoghi in cui potrebbero esserci sepolture non contrassegnate.

La questione se intraprendere o meno scavi sui terreni delle ex scuole residenziali è controversa. Alcuni sopravvissuti vogliono che i resti rimangano indisturbati, mentre altri credono che l’esumazione potrebbe aiutare i sopravvissuti a elaborare il lutto.

Con informazioni da Courtney Dickson

-

PREV “Potevamo sentire gli animali muggire”: otto mucche scompaiono in una fossa profonda 18 metri dopo una frana
NEXT Giornata internazionale delle vedove: il ministro del genere dell’Alto Katanga chiede la protezione delle vedove dagli abusi