immagini scioccanti della presa in ostaggio di soldati israeliani da parte di Hamas

-

Immagini agghiaccianti. Martedì 22 maggio, l’Hostage Families Forum ha chiesto la diffusione di un video ripreso dalle telecamere di bordo dei terroristi di Hamas durante l’attacco senza precedenti del 7 ottobre in Israele. Un attacco che ha provocato la morte di oltre 1.170 persone, in maggioranza civili, secondo un conteggio dell’Afp basato su dati ufficiali israeliani. Sono state prese in ostaggio anche 252 persone: 124 sono ancora detenute a Gaza e 37 sono morte, secondo l’IDF.

In questo video – della durata originariamente di due ore ridotte a pochi minuti – vediamo cinque soldati dell’esercito israeliano presi in ostaggio nella loro base militare a Nahal Oz, a pochi chilometri dal confine con la Striscia di Gaza. Queste vedette avevano il compito, da questa base, di verificare che non vi fossero incursioni di Hamas sul loro territorio.

Ma come possiamo vedere in questo filmato, questi cinque soldati furono fatti prigionieri mentre erano fuori servizio. Probabilmente prelevati dal letto all’alba di questo sabato 7 ottobre – erano in pigiama – con le mani legate dietro la schiena. Uno ha la faccia e i vestiti insanguinati, mentre un altro ha i piedi insanguinati.

“Cretine, vi schiacceremo”, minaccia un membro di Hamas, mentre le loro teste sono contro il muro e probabilmente sono ammanettate.

“Ho un mio amico in Palestina, qualcuno che parla inglese”, cerca di dire uno degli ostaggi.

“Voglio che stiate zitti! Zitti”, grida un terrorista del movimento islamista prima di ordinare loro di sedersi.

In un’altra sequenza si sente uno dei terroristi dire che “[leurs] i fratelli sono morti perché [d’elles]. “Vi uccideremo tutti”, aggiunge. “Queste ragazze sono sioniste”, ha detto uno dei terroristi, indicandole. “Sei così bella”, sentiamo anche noi.

Poi vediamo uno dei soldati che viene portato su un camion al suono degli spari.

“Le immagini rivelano il trattamento violento, umiliante e traumatico che le ragazze hanno subito il giorno del loro rapimento”, ha affermato in un comunicato l’Hostage Families Forum.

Se c’è molta confusione in queste immagini, la cui diffusione è stata autorizzata dal governo israeliano, è per nascondere i corpi che giacciono intorno a loro. Soldati uccisi mentre erano anche loro in pigiama o, per alcuni, in uniforme. La sfocatura aiuta anche a nascondere la vista del sangue. Di recente non è stata fornita alcuna prova della vita di questi ostaggi.

Queste immagini “rafforzeranno la mia determinazione a lottare con tutte le mie forze fino all’eliminazione di Hamas, per garantire che ciò che abbiamo visto stasera non accada mai più”, ha risposto da parte sua il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu sul suo account Telegram .

Secondo un alto funzionario governativo, egli “ha incaricato la squadra dei negoziatori di tornare al tavolo delle trattative per ottenere la restituzione degli ostaggi”.

In attesa che venga raggiunto un accordo, Benjamin Netanyahu continua la sua offensiva sulla Striscia di Gaza. Secondo un nuovo rapporto del Ministero della Salute di Hamas, pubblicato martedì, 35.709 persone sono morte nell’enclave palestinese sotto le bombe israeliane. Secondo la Protezione civile della città di Gaza, 26 persone, tra cui 15 bambini, sono morte questo giovedì in due attacchi aerei prima dell’alba.

Articolo originale pubblicato su BFMTV.com

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India