Incendi di rifiuti a Lannion: processata una seconda persona a ottobre

Incendi di rifiuti a Lannion: processata una seconda persona a ottobre
Incendi di rifiuti a Lannion: processata una seconda persona a ottobre
-

Da diversi mesi, gli incendi dei rifiuti disturbano le notti di Lannion. Dopo la prima sentenza contro un giovane di 18 anni avvenuta il 22 maggio a Saint-Brieuc, è stato arrestato un secondo sospettato. In un comunicato stampa inviato alla redazione giovedì 23 maggio, il comandante della stazione di polizia di Lannion, Pascal Olive, illustra i fatti e le indagini in corso: “Nella città di si sono verificati numerosi incendi di rifiuti Lannion. Il 20 maggio la polizia ha preso in carico una persona in stato di pubblica ed evidente ubriachezza che ha contribuito a dirigere le indagini. Durante le sue udienze mentre era in custodia di polizia, questa persona ha ammesso di essere l’autore di alcuni incendi di rifiuti. »

Risolti 31 incendi di rifiuti

Il caso non finisce qui, sottolinea il comandante: “È stato identificato e arrestato anche un secondo individuo, che ha ammesso anche lui di aver appiccato diversi incendi di rifiuti. In totale sono stati chiariti 31 incendi di rifiuti e l’incendio di due colonne a flusso singolo (contenitori utilizzati per la raccolta differenziata dei rifiuti, ndr). I due uomini vivono nella città di Lannion. »

Il comandante Olive, dopo aver ricordato la pena detentiva con sospensione condizionale di 7 mesi a cui è stato condannato il primo arrestato, precisa che il secondo individuo, “anche lui adulto, è stato citato il 14 ottobre davanti al tribunale giudiziario di Saint-Brieuc per essere ivi giudicato .

-

PREV Tesla | Elon Musk afferma che il suo mega-risarcimento è convalidato
NEXT Laroque-Timbaut. Una giornata rurale con un clima mite