Cinque anni con sospensione della pena per tentato omicidio con un’auto a Jambes

-

Giovedì scorso il tribunale penale di Namur ha condannato a cinque anni di reclusione con sospensione della libertà vigilata due imputati accusati di tentato omicidio. Questo è stato riclassificato come tentato omicidio, poiché la corte non ha accettato la premeditazione.

Anche la vittima di questo tentato omicidio è stata condannata a quattro mesi di reclusione perché non si è presentata all’udienza. Quest’ultimo aveva un taglierino e un tirapugni e li utilizzava per fare minacce.

Gheorghe Tibil, ucciso sulla E42 tra Héron e Andenne: “Questi due sospettati si scaricano continuamente la patata bollente” (video)

Frattura e disabilità

I fatti sono avvenuti a Jambes (Namur), il 28 settembre 2023. La vittima è stata vista colpire il suo cane da passanti che guidavano una Golf. Poi è scoppiato un litigio e sono arrivate minacce da parte del proprietario del cane. Intorno all’una di notte gli occupanti del veicolo hanno trovato l’uomo e lo hanno investito due volte. Durante il secondo passaggio, la vittima è stata colpita. Ha subito la frattura del tallone ed è rimasta disabile per più di 4 mesi.

Interrogati dal tribunale l’11 aprile, il conducente del veicolo e l’uomo che lo accompagnava hanno negato di aver voluto uccidere il loro rivale.

L’accusa ha ritenuto accertata l’intenzione di omicidio, così come il tentativo di omicidio. L’arma utilizzata, un veicolo, nonché la velocità con cui ha colpito la vittima, compresa tra 50 e 70 km/h, sono stati menzionati in particolare dal pubblico ministero. Proprio come il fatto che gli occupanti della Golf aspettassero che la vittima si avventasse su di lui, o si congratulassero per averlo colpito, in una conversazione registrata subito dopo l’impatto.

-

PREV Cosa pensa Nancy Pelosi della visita di Donald Trump a Capitol Hill
NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India