In diretta da Cannes: benvenuti al Motel Destino

In diretta da Cannes: benvenuti al Motel Destino
In diretta da Cannes: benvenuti al Motel Destino
-

Film noir brasiliano, irrigato dal sesso e dal desiderio, Motel Destino è una meraviglia di Karim Aïnouz. Incontro con i suoi tre attori principali: Iago Xavier, Nataly Rocha, Fabio Assunção.

Questo è il tuo primo film. Cosa avevi fatto prima?
Iago: Ho iniziato con le recite scolastiche. Suono in teatro, sono un artista, performer, cantante e pittore.
Natalia: Questo è il mio decimo lungometraggio, ho realizzato diverse serie e recito anche in teatro.

Sei il più conosciuto dei tre Fabio, soprattutto grazie alla serie.
Fabio : SÌ. Faccio serie da 33 anni, devo aver fatto più di 30 soap e film.

Il film è sensuale, molto erotico. È comune vedere film del genere in Brasile?
Fabio: Il cinema brasiliano è vario, questo è certo.
Iago: Ma il cinema di Karim Aïnouz è unico, i suoi film non assomigliano a nessun altro. È il nostro regista più artistico.

È la prima volta che vedo un film nero, illuminato da neon blu e rossi, con personaggi in pantaloncini.
Fabio: Questa è la definizione perfetta del film (risata).

In un’intervista, per parlare Motel Destinoil regista Karim Aïnouz parla di commedie pornografiche brasiliane, film di sfruttamento sessuale dagli anni ’70.
Iago: Il porno Chanchada era molto popolare negli anni ’70. Erano commedie erotiche davvero soft, a basso budget, girate a San Paolo.

Con l’arrivo di Lula e la caduta di Jair Bolsonaro, soffia un vento di libertà sul Brasile?
Fabio: Bolsonaro era un fascista. La sua idea era semplicemente quella di uccidere la cultura, non avevamo più nemmeno il Ministero della Cultura.
Natalia: Naturalmente sarebbe stato impossibile girare questo film con Bolsonaro, soprattutto a causa delle scene erotiche. Con Lula tutto ritorna e finalmente abbiamo un ministro della Cultura degno di questo nome.

Come sono andate le riprese?
Iago: Era tutto scritto, ma abbiamo avuto un lungo periodo di prove in cui abbiamo improvvisato molto. Poi lo scenario si è evoluto molto.
Natalia: Al momento delle riprese, il film era stato riscritto. Le improvvisazioni sono state aggiunte alla sceneggiatura.
Fabio: Abbiamo girato nel Ceará, nel nord della regione del Nordeste, per 35 giorni, dopo un mese di prove.

Esistono motel dell’amore come quello del film?
Iago: Ce ne sono molti, è davvero comune da noi. È destinato esclusivamente a fare l’amore, non a dormire. Le coppie illegittime prendono una stanza e pagano a ore.

È la tua prima volta a Cannes?
Natalia: Della Francia conosco solo i film. Sono rimasta molto commossa nel passare davanti alla sala di Agnès Varda.
Iago: Il mio film francese preferito è Odio, che è molto vicino alla nostra realtà in Brasile. Ma quando arrivi a Cannes ti trovi in ​​un altro mondo, un universo di lusso e glamour.
Fabio: È anche la mia prima volta in Francia. Sono cresciuto con Truffaut e Godard quindi sono molto felice di essere qui. È bello che Cannes presenti film brasiliani, aprendo una finestra sul nostro cinema.


Motel Destino
di Karim Ainouz
Uscita della trilogia Vivo o morto 10 luglio

Di Marc Godin

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India