LIVE – Guerra in Ucraina: almeno sette morti negli attacchi russi a Kharkiv

LIVE – Guerra in Ucraina: almeno sette morti negli attacchi russi a Kharkiv
LIVE – Guerra in Ucraina: almeno sette morti negli attacchi russi a Kharkiv
-

Almeno sette persone sono state uccise giovedì negli attacchi russi sulla città di Kharkiv, dove i bombardamenti sono aumentati negli ultimi giorni.

“I terroristi russi approfittano del fatto che l’Ucraina non dispone di una sufficiente protezione antiaerea”, sottolinea Volodymyr Zelenskyj, denunciando la “debolezza” della comunità internazionale.

Segui le ultime informazioni in diretta.

Segui la copertura completa

Più di due anni di guerra in Ucraina

12:25

L’ACQUISTO DI UN VILLAGGIO UCRAINO

Nel bel mezzo di un’offensiva terrestre nella regione di Kharkiv, l’esercito russo rivendica la cattura del villaggio ucraino di Andriïvka, vicino a Bakhmut.

12:23

BENI RUSSI CONGELATI

Il segretario al Tesoro americano Janet Yellen ha invitato i paesi del G7 a essere “più ambiziosi” nell’utilizzare i beni russi congelati dai paesi occidentali per aiutare l’Ucraina. “Sosteniamo la decisione dell’UE di utilizzare i profitti straordinari generati da questi asset, ma dobbiamo anche continuare i nostri sforzi collettivi verso opzioni più ambiziose, tenendo conto di tutti i rischi associati e agendo insieme”, ha dichiarato durante il G7 delle Finanze a Stresa, in Italia. .

11:44

“UN ATTACCO ESTREMAMENTE BRUTALE”

Sul social network “Sono grato a tutti coloro che ci stanno aiutando, ma abbiamo bisogno di più determinazione, soprattutto da parte dei leader mondiali”, ha insistito.

10:48

COLPI RUSSI SU KHARKIV

Il sindaco di Kharkiv, Igor Terekhov, ha detto che gli attacchi russi sulla seconda città ucraina hanno provocato almeno un morto e sei feriti, nel bel mezzo dell’offensiva russa nella regione. “Uno sciopero ha colpito un’azienda privata Secondo le prime informazioni ci sarebbero un morto, sei feriti” e tre dispersi, ha annunciato sui social network, segnalando “un grave incendio”.

10:46

DUE MORTI DOPO GLI SCIOPERI UCRAINI

Due persone sono morte negli attacchi in Ucraina, hanno riferito le autorità locali. Nella regione di Belgorod, una donna è rimasta uccisa nel villaggio di Krassnyi Vostok quando un drone ucraino, dopo essere stato abbattuto dalla difesa antiaerea russa, si è schiantato contro una casa, distruggendone il piano superiore, ha indicato su Telegram il governatore regionale Vyacheslav Gladkov.

Nella regione ucraina di Donetsk, parzialmente controllata dalla Russia, un uomo è morto quando la sua auto è stata colpita da un attacco ucraino sulla città di Gorlivka, ha detto su Telegram il sindaco insediato dalle autorità russe, Ivan Prikhodko.

10:10

11.000 EVACUATI VICINO A KHARKIV

Sotto la pressione russa, sono avvenute numerose evacuazioni intorno a Kharkiv. Questo giovedì, il governatore della regione ha annunciato che quasi 11.000 persone sono state costrette a lasciare le loro case dopo l’offensiva di terra russa lanciata il 10 maggio in questa zona. “In totale, 10.980 persone sono state evacuate”, ha detto su Telegram Oleg Synegubov, governatore della regione di Kharkiv. “I nostri difensori stanno dando una buona risposta”, aggiunge la nota.

09:37

ARRESTO DI UN ALTO UFFICIALE DI STATO PERSONALE RUSSO

Un alto funzionario dello stato maggiore russo è stato posto in custodia cautelare per corruzione, hanno riferito i media russi, mentre gli arresti di generali aumentano in Russia in seguito al cambio del ministro della Difesa.

Mercoledì il vice capo di stato maggiore responsabile delle comunicazioni, generale Vadim Chamarine, è stato messo in custodia cautelare per due mesi da un tribunale militare, hanno riferito i media russi. È accusato di aver “accettato una tangente particolarmente ingente” in questo settore della difesa minato da scandali di corruzione.

09:36

UNA NUOVA FRONTIERA CHIUSA AI TURISTI RUSSI

La Norvegia ha annunciato l’imminente chiusura delle frontiere ai turisti russi, privandoli dell’ultimo punto di accesso diretto allo spazio Schengen. Il paese scandinavo, che condivide una frontiera terrestre di 198 km con la Russia nell’Artico, sta seguendo le orme dell’Unione Europea – di cui non è membro – che aveva adottato una misura simile in seguito all’invasione russa dell’Ucraina .

“La decisione di inasprire le regole d’ingresso è in linea con l’approccio della Norvegia di stare al fianco dei suoi alleati e partner in risposta alla guerra illegale di aggressione della Russia contro l’Ucraina”, ha detto il ministro della Giustizia, Émilie Enger Mehl, in un comunicato stampa.

07:35

POSIZIONE DEL PUNTO

Di seguito un riepilogo delle principali informazioni relative al conflitto delle ultime 24 ore:

  • Bambini ucraini che ritornano: Le autorità russe hanno consegnato ai loro parenti sei bambini ucraini detenuti in Russia dopo la mediazione del Qatar. I ragazzi, di età compresa tra 6 e 17 anni, sono stati restituiti alle loro famiglie nel complesso dell’ambasciata del Qatar a Mosca. L’Ucraina chiede il ritorno di quasi 20.000 minori “deportati o sfollati con la forza” in Russia dall’inizio dell’assalto il 24 febbraio 2022.
  • La Russia avanza sul fronte: l’esercito russo ha affermato di aver catturato Klichtchiïvka, un villaggio nella regione di Donetsk (est) che l’Ucraina aveva riconquistato nel settembre 2023, durante la sua offensiva estiva che alla fine fallì. L’esercito russo ha l’iniziativa e guida da diversi mesi l’offensiva sul fronte orientale, dove ha moltiplicato i successi tattici e conquistato una serie di località, in particolare la città fortezza di Avdiïvka, nel mese di febbraio.
  • Attacco di droni russi nella regione di Kharkiv: Un attacco russo ha ucciso un agente di polizia ucraino e ne ha ferito un altro a Vovchansk, cittadina al centro dei combattimenti nella regione di Kharkiv (nord-est), dove Mosca conduce un’offensiva dal 10 maggio.
  • Scioperi ucraini in Russia: tre persone sono state uccise e più di quindici ferite negli attacchi ucraini in Russia e nei territori occupati dell’Ucraina orientale, hanno riferito le autorità locali.
  • Mobilitazione dei detenuti ucraini: Un tribunale ucraino ha ordinato il rilascio dei primi detenuti che si erano offerti volontari per combattere nell’esercito, in base a una nuova legge volta a mobilitare più soldati per combattere l’invasione russa. Secondo le autorità ucraine, più di 3.000 detenuti hanno espresso il desiderio di arruolarsi nell’esercito in cambio del rilascio.
  • Nuovo caso di corruzione: I servizi anti-corruzione dell’Ucraina hanno accusato l’ex vice capo del gabinetto del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj di arricchimento illegale per un valore di quasi 400.000 dollari. Dall’inizio dell’assalto russo all’Ucraina nel febbraio 2022, nel paese sono emersi diversi casi di corruzione su larga scala, anche all’interno delle forze armate e delle strutture governative.
  • Un’arma spaziale russa: Il Pentagono ha accusato Mosca di aver lanciato un’arma spaziale e di averla posizionata nella stessa orbita di un satellite del governo americano. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha rifiutato di commentare le notizie secondo cui Mosca avrebbe lanciato un’arma spaziale.
06:47

BUONGIORNO

Buongiorno e benvenuti a questa diretta dedicata alla guerra in Ucraina. Trovate qui tutte le informazioni relative al conflitto iniziato dalla Russia più di due anni fa.

Fornire supporto in prima linea. Anche se questo significa ritrovarlo nelle carceri. Mercoledì un tribunale ucraino ha ordinato il rilascio dei primi detenuti che si erano offerti volontari per combattere nell’esercito, in base a una nuova legge volta a mobilitare più soldati per combattere l’invasione russa.

Secondo le autorità ucraine, più di 3.000 detenuti hanno espresso il desiderio di arruolarsi nell’esercito in cambio del rilascio. Un tribunale della città occidentale di Khmelnytsky ha dichiarato di aver approvato martedì il rilascio di due di loro, un uomo nato nel 2000 e un altro nel 1981, entrambi condannati per furto, per unirsi alla Guardia nazionale ucraina.

All’inizio di maggio i deputati ucraini hanno adottato una legge, firmata subito dal presidente Volodymyr Zelenskyj, che consente ad alcune categorie di prigionieri di combattere al fronte in cambio della liberazione condizionale. Non riguarda i detenuti condannati per alcuni reati gravi, in particolare omicidio intenzionale di più di due persone, violenza sessuale, attacchi alla sicurezza nazionale o condanne per corruzione.

In Russia, a partire dal 2022, la compagnia paramilitare Wagner aveva reclutato decine di migliaia di detenuti nelle carceri russe che furono poi decimati durante attacchi estremamente mortali, in particolare durante la battaglia di Bakhmout.


La redazione di TF1info

-

PREV Lieve aumento dell’inflazione in Francia a maggio: 2,3% su un anno – LINFO.re
NEXT Crisi degli ostaggi in una prigione russa: neutralizzati gli aggressori, ostaggi illesi