Nove morti e 50 feriti dopo il crollo del tendone durante un incontro in Messico

Nove morti e 50 feriti dopo il crollo del tendone durante un incontro in Messico
Nove morti e 50 feriti dopo il crollo del tendone durante un incontro in Messico
-

Secondo le immagini pubblicate sui social network, i pilastri che sostengono il palco sono crollati in una folata di vento e uno schermo gigante è caduto sul palco dove si trovava il candidato alla presidenza, Jorge Álvarez Máynez, e altri membri del partito centrista Movimiento Ciudadano.

“Sono spiacente di informarvi che il numero delle persone uccise nell’incidente è di otto adulti e un minore”ha dichiarato il governatore dello stato di Nuevo León (nord-est), Samuel García, sul social network X.

Poco prima il governatore aveva anche accennato, davanti alla stampa sul luogo dell’incidente, “cinquanta” feriti, alcuni dei quali “sul serio”.

La tragedia è avvenuta nella località di San Pedro Garza, che fa parte dell’area metropolitana del centro industriale di Monterrey, capitale del Nuevo León.

Il tendone che ospitava il podio del candidato presidenziale è crollato mentre la regione è stata colpita da temporali, forti venti e forti piogge, ha detto il governatore.

“C’è stata una sfortuna. I forti venti hanno fatto crollare un palco durante un evento di chiusura della campagna qui a San Pedro”ha spiegato il signor Garcia in un video pubblicato sui suoi social network.

Altre immagini pubblicate su X mostrano persone che vengono tirate fuori da una pila di strutture in ferro.

Álvarez Máynez, 38 anni, terzo nei sondaggi per le elezioni del 2 giugno, e altri membri del suo partito sono riusciti a mettersi in salvo.

“Sto bene e sono in contatto con le autorità per seguire l’evolversi di quanto accaduto. La cosa più importante in questo momento è prendersi cura delle vittime dell’incidente”ha scritto il signor Maynez su X.

I membri della sua squadra feriti sono ricoverati in ospedale, ha detto Maynez. “Torno sulla scena per sostenere le vittime”Egli ha detto.

Il partito di Maynez ha annunciato in un comunicato che sospenderà tutti gli eventi elettorali “in solidarietà con le vittime”.

“Isteria” e “panico”

“Tutte le persone che si trovavano sul posto sono state evacuate e i feriti sono stati portati in ospedale”da parte sua ha indicato Javier González Alcántara, deputato del Movimiento Ciudadano, sul canale Televisa.

“All’improvviso”la struttura “è crollato, mi ha colpito alla testa e sono svenuto, il resto è stata pura isteria, puro panico”ha aggiunto a Televisa uno dei partecipanti all’incontro, José Juan, raccontando come il tendone è crollato sui candidati e sul pubblico.

Si è conclusa la campagna elettorale della candidata del Movimiento Ciudadano a sindaco di San Pedro, Lorenia Canavati, accompagnata da Álvarez Máynez. Erano presenti anche candidati al Senato e al Congresso dello stesso partito.

“Spero che tutto vada bene per i candidati che parteciperanno all’evento del Movimiento Ciudadano a Nuevo León”ha scritto su X Claudia Sheinbaum, candidata del partito di sinistra al governo e grande favorita alla presidenza.

“Dal profondo del mio cuore, spero che nessuno sia rimasto gravemente ferito da quanto accaduto al Movimiento Ciudadano di Nuevo León”ha dichiarato da parte sua Xóchitl Gálvez, candidato dell’opposizione di centrodestra, sulla stessa piattaforma.

Notorietà crescente

Álvarez Máynez ha acquisito notorietà grazie alla sua presenza sui social network e alla sua partecipazione ai dibattiti presidenziali obbligatori, durante i quali ha cercato di presentare un’immagine indipendente di sé, evitando attacchi personali contro i candidati in competizione.

Vicino al governatore del Nuevo León, anch’egli membro del Movimiento Ciudadano, è stato deputato federale al Congresso messicano prima di candidarsi alla presidenza.

Negli ultimi giorni i partiti dell’opposizione gli hanno chiesto di dimettersi in favore del signor Gálvez, cosa che lui si è rifiutato di fare.

Il Messico si prepara a vivere il 2 giugno le elezioni più importanti della sua storia, durante le quali verranno eletti il ​​presidente, i membri del Congresso, 9 dei 32 governatori e migliaia di funzionari locali.

In totale, poco più di 20.000 posti da coprire in una campagna segnata dalla violenza della criminalità organizzata, con un totale di 30 candidati uccisi dall’inizio della campagna elettorale il 23 settembre, secondo l’ONG Data Cívica.

-

PREV BLOG DAL VIVO | Gaza: L’IDF “attualmente” sta smantellando “l’ultimo bastione” di Hamas a Rafah
NEXT Eure-et-Loir messa in allerta arancione per piogge, inondazioni e temporali, fino a venerdì 21 giugno