“Grand Tour”, vedere l’Asia e provare ad amare

“Grand Tour”, vedere l’Asia e provare ad amare
“Grand Tour”, vedere l’Asia e provare ad amare
-

Pubblicato il 23 maggio 2024 alle 04:34.

Il cinema del portoghese Miguel Gomes (Tabù, 2012; le tre parti di Mille e una notte, 2015) può essere secco, nel senso che chiede allo spettatore un certo coinvolgimento, che va oltre il semplice fatto di lasciarsi guidare da una storia. Attivato dalla lettura di un diario di viaggio dello scrittore britannico Somerset Maugham, il road movie che è gran Tour inizia nel 1917 in Birmania, dove Edward, un funzionario dell’Impero britannico, sta aspettando la sua fidanzata Molly.

Ma all’improvviso decide di partire per Singapore, da dove si recherà a Bangkok, poi a Saigon e così via in Giappone e Cina. Anche Molly intraprenderà questo Grand Tour asiatico alla ricerca dell’uomo che ama, ma le loro due storie non si intrecceranno. Gomes infatti ci racconterà prima quello di Edward, poi quello di Molly, per passare dalla commedia al melodramma, dice.

Interessato a questo articolo?

Per sfruttare al meglio i nostri contenuti, iscriviti! Fino al 31 maggio, approfitta di quasi il 15% di sconto sull’offerta annuale!

VERIFICA LE OFFERTE

Grand-Tour-vedere-lAsia-e-provare-ad-ama
Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull’applicazione mobile
  • Piano di condivisione di 5 articoli al mese
  • Consultazione della versione digitale del quotidiano dalle ore 22.00 del giorno precedente
  • Accesso agli integratori e a T, la rivista Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

Sei già abbonato?
Per accedere

-

PREV Adrien Rabiot: “Quello che ho fatto, l’ho fatto bene” – Euro 2024 – Gr.D – Austria-Francia (0-1)
NEXT Tolosa: tenta di scappare di casa con le lenzuola annodate, l’esito è drammatico