Il film TV con Clovis Cornillac sullo stupro coniugale è ispirato a una storia vera?

Il film TV con Clovis Cornillac sullo stupro coniugale è ispirato a una storia vera?
Il film TV con Clovis Cornillac sullo stupro coniugale è ispirato a una storia vera?
-

France 2 offre, questo mercoledì 22 maggio, Dopo il silenzio, Film TV con Clovis Cornillac e Caroline Anglade che tratta dello stupro coniugale. La storia è ispirata a una notizia?

Il resto sotto questo annuncio

Dopo una prima messa in onda nel novembre 2022, France 2 propone, questo mercoledì 22 maggio, di (ri)vedere Dopo il silenzio (nostro parere), film TV con Clovis Cornillac, Caroline Anglade, Samira Lachhab, Alice David e Lilou Fogli (compagna di Clovis Cornillac in città). Questo film unitario diretto da Jérôme Cornuau affronta un argomento ancora tabù: lo stupro coniugale. Se la finzione non è direttamente ispirata a una storia vera, molte vittime sono colpite da questa realtà. Nel 2021, dei 24.800 stupri registrati in Francia, la metà sono stati commessi all’interno di una coppia, con una pena detentiva a vent’anni a carico degli autori. Solo il 2% si è concluso con una condanna.

Questi ragazzi sono pericolosi perché negano totalmente“: Clovis Cornillac sul suo personaggio in Dopo il silenzio

Nei panni di Grégory Pasteur, agente immobiliare all’apice del suo successo, Clovis Cornillac incarna uno di questi aggressori ignari… o no. Quando Marina, la sua ex compagna interpretata da Caroline Anglade, sporge denuncia contro di lui, lui immagina con disprezzo l’ennesima manovra per rovinarle la vita. “Questi ragazzi sono in totale negazione, convinti di avere ragione, sottolinea l’attore. Non si raccontano il mondo così com’è, il che è tanto più terribile per le loro prede perché hanno l’impressione di essere loro ad avere torto. Non è così semplice come con un pervertito calcolatore e freddo che è molto più facile da identificare.”

Il resto sotto questo annuncio

La televisione per sensibilizzare

Nel lungo cammino educativo che attende la madre di suo figlio, in assenza di elementi materiali o di prove di mancato consenso, si alza un muro di procedure e pregiudizi. Senza dimenticare l’incredulità e i giudizi lapidari di chi gli stava intorno. “Penso che la televisione abbia una vera funzione”continua Clovis Cornillac, che non appariva sul piccolo schermo dalla serie Chefs del 2016. “Realizzare film belli, su argomenti importanti come quello di After the Silence, per raggiungere quante più persone possibile e permettere alle persone di parlarne tra amici o familiari”. È anche protagonista di Colors of Fire, la sua ultima produzione, basata su un romanzo di Pierre Lemaitre.

-

PREV I repubblicani investono tutti i deputati uscenti, tranne Ciotti e un suo parente
NEXT l’ufficio politico della LR esclude Eric Ciotti dopo il suo accordo elettorale con la RN