Swiss Sleep Day: come curare gli incubi?

Swiss Sleep Day: come curare gli incubi?
Swiss Sleep Day: come curare gli incubi?
-

Secondo il Ministero della Sanità palestinese, un raid israeliano, iniziato martedì mattina nella città di Jenin, in Cisgiordania, ha provocato la morte di undici persone. Mercoledì era ancora in corso, hanno riferito i giornalisti dell’AFP.

Mentre martedì era stato scandito dal ronzio dei droni e dal suono delle detonazioni, mercoledì sono risuonate esplosioni e colpi di arma da fuoco all’interno dell’omonimo campo profughi di questa città nel nord della Cisgiordania, occupata dal 1967, come riportato dai giornalisti dell’AFP.

Un veicolo blindato delle forze israeliane pattugliava la città, guidando dietro un bulldozer su una strada principale a Jenin.

L’esercito israeliano ha dichiarato in un comunicato che “sta continuando l’operazione a Jenin” durante la quale ha ucciso “un certo numero di terroristi” e ha trovato esplosivi piazzati sotto le strade.

Quattro bambini uccisi

“Il martirio della bambina Waseem Ahed Jaradat (15 anni) a Jenin porta a 11 il numero dei martiri dell’aggressione dell’occupazione contro la città da martedì, compresi 4 bambini”, ha dichiarato il Ministero della Sanità dell’Autorità Palestinese, che siede in Cisgiordania, in un comunicato stampa.

Nella notte tra martedì e mercoledì, la Mezzaluna Rossa palestinese ha affermato che una delle sue ambulanze era stata bersaglio del fuoco israeliano mentre cercava di soccorrere un uomo ferito a Jenin, roccaforte dei gruppi armati palestinesi.

Martedì, i giornalisti dell’AFP hanno visto i corpi di quattro persone uccise durante l’incursione militare israeliana. In serata sono scoppiati scontri a fuoco tra soldati israeliani e uomini armati e mascherati, hanno notato i giornalisti dell’AFP.

L’esercito israeliano ha annunciato in un comunicato stampa che stava effettuando un’operazione, basata sull’intelligence “riguardante attività terroristiche condotte da uomini armati appartenenti alle organizzazioni terroristiche di Hamas e della Jihad islamica nella regione di Jenin”.

Ha riferito di “numerosi scontri a fuoco” tra le sue forze e “terroristi armati”. “Durante gli scambi, persone non coinvolte sarebbero state colpite”, ha aggiunto, dicendo che stava “esaminando queste accuse”.

Giornalista colpito da “un proiettile vagante”

Amer Manasra, un giornalista palestinese indipendente di 25 anni, ha detto all’AFP dal suo letto d’ospedale di essere stato colpito alla parte posteriore della gamba da un proiettile vagante sparato dalle forze israeliane, aggiungendo che l’incidente era avvenuto vicino all’ingresso del il campo.

Secondo il Ministero della Sanità palestinese, tra le vittime c’era un chirurgo che lavorava presso l’ospedale governativo di Jenin. “Oussayed Jabarine è stato ucciso dal fuoco dei soldati israeliani mentre si recava all’ospedale”, ha scritto il ministero in una nota.

L’agenzia ufficiale palestinese Wafa ha detto che tra i sette morti ci sono anche un insegnante, Allam Jaradat, e un minore.

Secondo Wafa, a causa dell’operazione israeliana, le scuole della città di Jenin e del campo profughi adiacente sono state evacuate. Più tardi, gli scolari si sono riuniti in una moschea a est di Jenin per il funerale di Allam Jaradat, avvolto nella bandiera verde del movimento islamico palestinese Hamas.

Israele “uccide persone innocenti”

L’Autorità Palestinese ha condannato il raid, affermando in un comunicato che Israele “sta uccidendo persone innocenti, medici e distruggendo le infrastrutture degli ospedali, delle città e dei villaggi palestinesi”.

L’esercito effettua regolarmente a Jenin operazioni che definisce “antiterroristiche”, destinate a prevenire attacchi anti-israeliani in Israele e in Cisgiordania.

Più di 500 palestinesi uccisi

La violenza in questo territorio occupato è stata esacerbata dalla guerra a Gaza tra Israele e Hamas, innescata da un attacco del movimento islamico in territorio israeliano il 7 ottobre.

Secondo il Ministero della Sanità palestinese, dal 7 ottobre almeno 517 palestinesi sono stati uccisi da soldati o coloni israeliani in Cisgiordania.

Dalla stessa data, secondo i dati ufficiali israeliani, almeno 12 israeliani sono stati uccisi in Cisgiordania in attacchi o attentati palestinesi.

Questo articolo è stato pubblicato automaticamente. Fonti: ats/afp

-

PREV queste api a riposo vincono il premio del concorso fotografico durante la Settimana degli insetti
NEXT “Campos non ha mai detto che ero il numero 2”… Verso una rivalità Safonov – Donnarumma a Parigi?