Fatture elettroniche, una soluzione trasparente per il mercato dell’oro

-

Recentemente, i prezzi dell’oro sono aumentati costantemente, raggiungendo il massimo storico di 92,4 milioni di dong/tael. La sua differenza con il prezzo mondiale ad un certo punto era di 20 milioni di dong/tael, aumentando il rischio di contrabbando di oro. L’applicazione della fattura elettronica nel commercio del prezioso metallo giallo è quindi considerata una soluzione.

L’applicazione della fattura elettronica contribuirà a rendere il mercato trasparente. Foto: VNA

Hanoi (VNA) – Recentemente i prezzi dell’oro sono aumentati costantemente, raggiungendo il massimo storico di 92,4 milioni di dong/tael. La sua differenza con il prezzo mondiale ad un certo punto era di 20 milioni di dong/tael, aumentando il rischio di contrabbando di oro. L’applicazione della fattura elettronica nel commercio del prezioso metallo giallo è quindi considerata una soluzione.

Il requisito delle fatture elettroniche è stato ripetutamente sollevato dal governo nel contesto delle transazioni commerciali in oro con fatture e documentazione insufficienti e mancanza di trasparenza.

Durante l’ultimo incontro sulle politiche monetarie e fiscali, il primo ministro Pham Minh Chinh ha chiesto un’attuazione risoluta delle norme sulle fatture elettroniche nell’acquisto e nella vendita di oro. Entro il 15 giugno, a qualsiasi struttura che non emette fatture elettroniche per connettersi con il fisco verrà revocata la licenza.

Secondo lo specialista finanziario Nguyen Tri Hieu, l’applicazione della fattura elettronica contribuirà a rendere il mercato trasparente. Con l’applicazione delle fatture elettroniche, le agenzie di gestione sapranno con quali clienti il ​​negozio effettua transazioni, qual è la quantità e qual è il prezzo. Da lì avranno informazioni sufficienti per gestire ed evitare la manipolazione dei prezzi, l’evasione fiscale e, allo stesso tempo, prevenire il commercio illegale di oro.

Secondo la Direzione Generale delle Imposte, dal 1° luglio 2022 la fattura elettronica è stata diffusa su tutto il territorio nazionale per le imprese e le famiglie commerciali. Così il 100% delle aziende che operano nel settore orafo utilizzano la fattura elettronica. Tuttavia, in alcuni casi, gli acquirenti sono privati ​​e non accettano fatture, rendendo difficile per le autorità fiscali monitorare le transazioni.

Pertanto, secondo il Dipartimento Generale delle Imposte, il controllo di tutte queste transazioni richiede uno stretto coordinamento tra le organizzazioni interessate, comprese le banche e i Comitati Popolari locali. Il Dipartimento delle Imposte ha inoltre proposto che la Banca di Stato studi e presenti alle autorità competenti le normative che richiedono pagamenti non in contanti per le transazioni commerciali sull’oro.-VNA

-

PREV Taiwan accusa la Cina di aver rubato importanti segreti aziendali
NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India