Amina Bouayach riceve il Premio Nord-Sud del Consiglio d’Europa

Amina Bouayach riceve il Premio Nord-Sud del Consiglio d’Europa
Amina Bouayach riceve il Premio Nord-Sud del Consiglio d’Europa
-

L’attivista marocchina per i diritti umani Amina Bouayach ha ricevuto martedì il Premio Nord-Sud 2023 del Consiglio d’Europa in riconoscimento del suo lavoro come “campionessa dei diritti umani”.

Nel corso di una cerimonia organizzata presso il Parlamento portoghese a Lisbona, la presidente del Comitato esecutivo del Centro Nord-Sud, Francesca Camilleri Vettiger, ha sottolineato l’operato dell’attivista che giunge in un momento in cui il mondo “si sente sempre più diviso e la futuro più incerto che mai”.

Amina Bouayach è stata definita “una visionaria” dei diritti umani e ha sottolineato il suo impegno nella lotta contro la tortura e la pena di morte, oltre a promuovere l’uguaglianza di genere non solo in Marocco, ma in tutto il resto della regione nordafricana.

I militari marocchini e i rappresentanti del Global Human Rights Campus, che hanno ricevuto lo stesso premio, hanno assicurato che questo riconoscimento aiuterà a rendere visibile il loro lavoro.

“Forti nella convinzione che siamo tutti uguali, tocca a noi ricordare a chi ha dimenticato che la vita è la cosa più preziosa”, ha affermato Bouayach, ricordando che attualmente il mondo è “il più diviso e polarizzato che mai tra nord e sud”,

Da parte sua, la presidente del Global Human Rights Campus, rete internazionale che riunisce quasi un centinaio di università e offre corsi e master specializzati nella promozione dei diritti umani e nella democratizzazione, Verónica Gómez, ha ritenuto che “l’istruzione è essenziale per raggiungere pace, democrazia, stato di diritto, giustizia sociale, sviluppo e rispetto dei diritti individuali e collettivi”.

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India