L’amministrazione Biden venderà le riserve di benzina: il petrolio crolla

L’amministrazione Biden venderà le riserve di benzina: il petrolio crolla
L’amministrazione Biden venderà le riserve di benzina: il petrolio crolla
-

New York (awp/afp) – I prezzi del petrolio sono scesi martedì mentre gli investitori hanno fatto i conti con il rischio geopolitico mentre l’amministrazione americana ha preso l’iniziativa di cercare di abbassare i prezzi della benzina in vista dei viaggi estivi, rilasciando un volume di riserve di benzina sul mercato .

Il prezzo del barile di Brent del Mare del Nord con consegna a luglio è sceso dello 0,99% a 82,88 dollari.

Il suo equivalente americano, un barile di West Texas Intermediate (WTI) con consegna a giugno, che è l’ultimo giorno di negoziazione, ha perso lo 0,67% a 79,26 dollari.

Il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti ha annunciato che metterà in vendita un milione di barili di benzina proveniente dalle sue riserve conservate nel Nordest, un’iniziativa “scelta strategicamente per massimizzare l’impatto sulla riduzione dei prezzi nel momento in cui gli americani prenderanno il volante”, ha dichiarato il governo. disse.

Questo approccio arriva poco prima del lungo weekend del Memorial Day negli Stati Uniti che segna l’inizio non ufficiale dell’estate e dei viaggi in auto.

“Con l’arrivo del Memorial Day e l’inizio della stagione dei viaggi, l’amministrazione Biden-Harris prende l’iniziativa di abbassare i costi della benzina vendendo un milione di barili”, ha spiegato la portavoce della Camera Blanche Karine Jean-Pierre.

Per Patrick De Haan, analista di GasBuddy, questa disponibilità sul mercato “dovrebbe avere un impatto minore sui prezzi alla pompa a livello nazionale, ma potrebbe esercitare una leggera pressione al ribasso nel Nordest”. L’analista ha ricordato che un milione di barili di benzina corrispondevano a 2,7 ore di consumo nazionale di benzina.

Phil Flynn di Price Futures Group ha notato la tempistica ben ponderata del trasferimento, “appena prima della stagione dei viaggi e prima delle elezioni”…

Più in generale, l’economia degli Stati Uniti, la politica monetaria e lo stato della domanda sono rimasti al centro delle preoccupazioni dei broker, mentre diversi funzionari della Federal Reserve (Fed) hanno ribadito che per il momento i tassi d’interesse dovrebbero rimanere elevati per frenare l’inflazione. “C’è incertezza” che sta frenando lo slancio degli investitori.

Il mercato si è scrollato di dosso i nuovi attacchi di droni ucraini contro raffinerie russe e un altro attacco Houthi contro una petroliera nel Mar Rosso durante il fine settimana.

Inoltre, la morte del presidente iraniano Ebrahim Raïssi in un incidente in elicottero e le preoccupazioni per lo stato di salute del re saudita Salman, che ha rinviato la sua visita ufficiale prevista per questa settimana in Giappone, “rappresentano un rischio di successione in Medio Oriente”, ha osservato Analisti della DNB.

Tuttavia, “il mercato petrolifero è ben abituato al rischio geopolitico”, hanno osservato.

afp/rp

-

PREV Woods, DeChambeau, Mize… I 5 colpi più decisivi nell’ultima buca di un Major
NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India