coprire questo Monte Fuji che i turisti non possono vedere

coprire questo Monte Fuji che i turisti non possono vedere
coprire questo Monte Fuji che i turisti non possono vedere
-

La visualizzazione di questo video potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore della piattaforma video a cui verrai indirizzato. Dato il rifiuto del deposito di cookie che hai espresso, per rispettare la tua scelta, abbiamo bloccato la riproduzione di questo video. Se desideri continuare e riprodurre il video, devi darci il tuo consenso facendo clic sul pulsante qui sotto.

Riproduci video

Per porre fine alla sfilata di turisti venuti a fotografare un punto di vista iconico del Monte Fuji, a Fujikawaguchiko è stata installata una rete opaca. Focus su una misura adottata per affrontare una delle molteplici conseguenze dell’overtourism nell’arcipelago.

Di EH con AFP

pubblicato su 21 maggio 2024 alle 20:42

Nella piccola città giapponese di Fujikawaguchiko, martedì 21 maggio è stata installata una rete opaca alta due metri su una strada lunga venti metri. Obiettivo: nascondere la vista del famoso Monte Fuji, ed evitare così che i turisti si accalchino per fotografarlo. Le cattive maniere di troppi visitatori erano infatti arrivate a superare quelle dei residenti. Illustrazione di una soluzione radicale alle conseguenze dell’overtourism in il nostro video in cima all’articolo.

Martedì gli operai hanno iniziato a installare la rete alta 2,5 metri e lunga 20 metri, fissata a pali metallici, e in tarda mattinata avevano quasi completato l’operazione.

L’annuncio di questa misura radicale il mese scorso da parte del municipio di Fujikawaguchiko, nel Giappone centrale, ha suscitato molto rumore sia nel Paese che a livello internazionale. Le autorità locali lo avevano giustificato con l’inciviltà di numerosi turisti stranieri presenti sul posto, che gettavano rifiuti per terra, fumavano al di fuori delle aree autorizzate, attraversavano la strada con il semaforo rosso o parcheggiavano indiscriminatamente.

Turisti sul tetto di una clinica dentistica

Alcuni sono addirittura saliti sul tetto di una clinica dentistica vicina, in modo del tutto illegale, per poter scattare foto migliori.

Leggi anche

Indagine Quote, prenotazioni… di fronte all’overtourism le iniziative si moltiplicano

Abbonato

Leggi più tardi

Le fotografie, scattate da uno stretto marciapiede lungo una strada trafficata, erano diventate estremamente popolari sui social come Instagram perché abbinavano la vista del maestoso vulcano con in primo piano un minimarket Lawson e un parcheggio, forma simbolo del Giappone contemporaneo:

” È un peccato “ che venga installata una rete “perché è chiaramente una foto iconica”si rammarica Christina Roys, una turista neozelandese di 36 anni intervistata martedì sul posto. “Ma è del tutto comprensibile.” perché questo posto attirava così tante persone e così è stato “Un po ‘pericoloso” con il traffico stradale proprio accanto, aggiunge. Tuttavia, secondo lei, la rete non impedirà ai turisti di continuare ad affluire in massa nei dintorni.

Perché il Monte Fuji, la vetta più alta del Giappone (3.776 m), può ovviamente essere fotografato da tanti altri luoghi, tra cui Fujikawaguchiko.

Un tour operator che offre viaggi intorno al Monte Fuji da Tokyo ha detto che ora sta portando i turisti in un altro negozio Lawson vicino con una vista simile del vulcano, ma con meno residenti locali nelle vicinanze.

Le autorità locali hanno avvertito che intendono lasciare la barriera in posizione per tutto il tempo necessario finché la situazione non migliorerà.

Leggi anche

Decrittazione “Il Trono di Spade”, “Emily a Parigi”, “The White Lotus”… Come le serie influenzano il turismo globale

Abbonato

Leggi più tardi

Anche altrove, il Giappone sta cercando di combattere gli effetti dell’overtourism.

L’accesso a un sentiero escursionistico molto frequentato per scalare il Monte Fuji da luglio a settembre sarà ora a pagamento (circa 12 euro) e limitato a 4.000 persone al giorno. Lunedì è stato appena attivato un sistema di prenotazione online.

“Paparazzi” inseguendo le geishe

E nell’ex capitale imperiale Kyoto (ovest), alcuni vicoli del quartiere delle geishe sono chiusi al pubblico dal mese scorso.

Il consiglio comunale del distretto di Gion ha deplorato il fatto che alcuni turisti si comportassero in questo modo “paparazzi” inseguendo le geishe per fotografarle senza la loro autorizzazione e credendo di essere in a ” Parco divertimenti “.

Ti senti confuso dalla notizia?

Scoprire i migliori os : ogni sabato, un post e sei articoli editoriali da non perdere.

Il Giappone si era completamente chiuso ai visitatori stranieri durante la pandemia di Covid-19. Ma da quando i suoi confini sono stati completamente riaperti alla fine del 2022, i turisti internazionali sono tornati ad affluire lì.

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India