Il calo dei prezzi delle piastrine solleva preoccupazioni per la sopravvivenza dei produttori – rivista pv France

Il calo dei prezzi delle piastrine solleva preoccupazioni per la sopravvivenza dei produttori – rivista pv France
Il calo dei prezzi delle piastrine solleva preoccupazioni per la sopravvivenza dei produttori – rivista pv France
-

Secondo rivista pv internazionale

I prezzi FOB dei wafer in Cina hanno registrato un altro calo questa settimana, evidenziando l’eccesso di offerta e la domanda fiacca nel mercato. I prezzi dei wafer Mono PERC M10 e M10 di tipo N sono diminuiti del 2,58% e dell’8,81% su base settimanale, raggiungendo rispettivamente 0,189 $ (0,17 €)/pz e 0,176 $ (0,17 €)/pz .

Allo stesso modo, i prezzi dei wafer Mono PERC G12 e dei wafer G12 di tipo n sono diminuiti dello 0,76% e del 2,18% su base settimanale, raggiungendo $ 0,261 (€ 0,24)/pz e $ 0,269 (€ 0,25)/pc.

Secondo la ricerca di mercato OPIS, i prezzi medi di transazione dei wafer Mono PERC M10 e M10 di tipo N nel mercato interno cinese sono scesi rispettivamente a circa 1,52 CNY (0,19 €)/pz e 1,41 CNY (0,18 €)/pz. Un insider del settore ha addirittura citato un prezzo di transazione di 1,35 CNY (0,17 €) per i wafer M10 di tipo n, suggerendo la potenziale direzione dei prezzi dei wafer di tipo n nell’immediato futuro.

Scorte elevate, pari a 32 GW

Secondo una fonte a monte, le scorte di wafer rimangono elevate, pari a circa 4 miliardi di pezzi, equivalenti a circa 32 GW e mezzo mese di produzione. In questo contesto di elevate scorte di wafer, alcuni produttori questa settimana hanno addirittura aumentato i loro tassi operativi. “La maggior parte dei produttori di wafer che hanno aumentato il proprio ritmo operativo sono fabbriche specializzate che si sono assicurate ordini OEM”, ha spiegato una fonte.

Secondo un esperto di mercato, dell’intero mercato dei wafer, solo quello dei crogioli e di altri materiali di consumo per forni di crescita monocristallini, come parti in grafite e compositi carbonio-carbonio, rimane redditizio. Tuttavia, anche i prezzi di questi componenti hanno subito un calo significativo, attribuito alla ridotta capacità dei produttori di wafer di silicio di sostenere i costi dei materiali ausiliari, ha spiegato la fonte.

Secondo un osservatore, il modello di business dei produttori di wafer offre maggiore flessibilità rispetto a quello dei produttori di polisilicio. Possono adeguare le tariffe operative in base al flusso di cassa, allo stato delle scorte e all’impegno nei confronti del modello di business OEM. Tuttavia, come ha aggiunto la fonte, cambiamenti significativi nel panorama della domanda e dell’offerta potrebbero ancora richiedere l’inevitabile chiusura e il ritiro di alcuni impianti di produzione di wafer di silicio.

Qual è il prezzo minimo?

Diversi produttori di hardware hanno recentemente pubblicato i loro resoconti finanziari del primo trimestre 2024, suscitando un notevole interesse tra gli addetti ai lavori. Secondo un osservatore del mercato questo interesse si spiega con il desiderio di informarsi sulla situazione operativa delle aziende e di valutare fattori come il prezzo minimo dei prodotti o le prospettive di sopravvivenza delle aziende.

I grandi produttori di wafer, anche se hanno subito perdite di cassa per 1 miliardo di yuan a causa dell’espansione della capacità produttiva, possono comunque mantenere la loro competitività poiché detengono un vantaggio in termini di costi di produzione, ha aggiunto la fonte.

Un altro operatore di mercato ha spiegato che è difficile prevedere quando alcuni produttori di wafer potrebbero fallire per facilitare il miglioramento del modello di domanda e offerta. Fattori come lo stato del flusso di cassa, la capacità di finanziamento e se un’azienda di wafer ha una storia come società per azioni contribuiscono all’incertezza che circonda il tempo di sopravvivenza di ciascuna azienda di wafer sul mercato. Nel mercato globale, le discussioni del settore si sono incentrate sul potenziale di espansione della capacità di produzione nazionale di moduli e celle negli Stati Uniti, che potrebbe aumentare la domanda interna di wafer di silicio dal Sud-est asiatico. Tuttavia, un osservatore del mercato ha sottolineato che una domanda significativa di piastrine negli Stati Uniti potrebbe verificarsi solo dopo la definizione dei progetti di produzione di cellule, un processo che normalmente si estende su un periodo compreso tra 18 e 24 mesi.

Inoltre, la fonte aggiunge che la maggior parte della capacità di produzione di wafer nel sud-est asiatico è attualmente detenuta da produttori integrati verticalmente che la utilizzano principalmente per la propria produzione di celle e moduli nella regione e raramente vendono wafer all’estero. Pertanto, la fonte prevede l’emergere accelerato di una maggiore capacità di produzione di wafer nel sud-est asiatico nei prossimi due anni, dato lo status della regione come mercato maturo per la produzione di wafer solari.

Anche i recenti comunicati stampa sulla capacità produttiva sembrano confermare questa osservazione. Secondo i dati OPIS degli ultimi due mesi, ci sono stati non meno di cinque aggiornamenti sui progetti di produzione di wafer nel sud-est asiatico. Questa settimana è stato annunciato che la società statunitense SEG Solar ha firmato un accordo sull’uso del territorio per stabilire il suo centro di produzione fotovoltaica integrata, compreso un impianto di produzione di wafer da 5 GW, in Indonesia. Inoltre, G-Star con sede a Singapore ha annunciato il 30 aprile l’inizio della costruzione del suo impianto di lingotti/wafer da 3 GW in Indonesia. VSUN ha iniziato la produzione nella sua fabbrica di wafer da 4 GW in Vietnam il 18 aprile, mentre Astronergy ha iniziato la produzione nella sua fabbrica di wafer da 5 GW in Tailandia il 15 aprile. Separatamente, Imperial Star ha annunciato il 16 marzo di essere prossima all’avvio della produzione nella sua fabbrica di wafer da 4 GW in Laos.

OPIS, una società del Dow Jones, fornisce prezzi dell’energia, informazioni, dati e analisi su benzina, diesel, cherosene, GPL/GNL, carbone, metalli e prodotti chimici, nonché combustibili rinnovabili e materie prime ambientali. Ha acquisito i dati sui prezzi dal Singapore Solar Exchange nel 2022 e ora pubblica l’OPIS APAC Solar Weekly Report.

I punti di vista e le opinioni espressi in questo articolo appartengono all’autore e non riflettono necessariamente quelli di lui rivista PV.

Questo contenuto è protetto da copyright e non è possibile riutilizzarlo senza autorizzazione. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare i nostri contenuti, contatta la nostra redazione al seguente indirizzo: [email protected].

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India