Petrolio: TotalEnergies lancia un progetto in acque profonde in Angola – 21/05/2024 alle 17:29

Petrolio: TotalEnergies lancia un progetto in acque profonde in Angola – 21/05/2024 alle 17:29
Petrolio: TotalEnergies lancia un progetto in acque profonde in Angola – 21/05/2024 alle 17:29
-

Il colosso TotalEnergies ha annunciato martedì il lancio di un progetto petrolifero al largo delle coste angolane, la cui produzione dovrebbe iniziare nel 2028 con l’obiettivo di raggiungere “un plateau di 70.000 barili di petrolio al giorno”.

In un comunicato stampa, il colosso petrolifero informa che il suo amministratore delegato Patrick Pouyanné ha incontrato lunedì a Luanda il presidente della Repubblica dell’Angola, João Lourenço, nonché gli amministratori delegati delle società partner ANPG e Sonango.

TotalEnergies, che detiene il 40% delle azioni del progetto, e i suoi partner Petronas (40%) e Sonangol (20%), “hanno annunciato di aver preso la decisione finale di investimento (FID) del progetto Kaminho, un progetto destinato a sviluppare il Campi di Cameia e Golfinho, situati a 100 km dalla costa angolana, ad una profondità d’acqua di 1.700 m.

L’importo totale del progetto ammonta a 6 miliardi di dollari, ha dichiarato ai media locali il CEO di TotalEnergies.

Il progetto Kaminho, che è “il primo grande sviluppo in acque profonde nel bacino del Kwanza, include la conversione di una nave cisterna VLCC (Very Large Crude Carrier) in un’unità galleggiante di produzione, stoccaggio e scarico (FPSO), a cui sarà collegata un sistema di pozzi sottomarini”, precisa il comunicato.

TotalEnergies sostiene che questa unità galleggiante “interamente elettrica” è “progettata per ridurre al minimo le emissioni di gas serra ed eliminare il flaring di routine” e che “il gas associato verrà interamente reiniettato nel serbatoio”.

La produzione dovrebbe iniziare nel 2028, con un plateau di 70.000 barili di petrolio al giorno.

“Questo progetto sarà sia il nostro settimo FPSO in Angola che il primo sviluppo nel bacino del Kwanza”, ha sottolineato Patrick Pouyanné, citato nel comunicato stampa.

“I contratti firmati comprendono imprese nazionali e contribuiscono al local content: più di 10 milioni di ore di lavoro saranno così svolte da imprese locali”, ha sottolineato da parte sua Diamantino de Azevedo, ministro angolano delle Risorse minerarie, del petrolio e di parte del gas.

-

NEXT parlando apertamente di fronte agli estremi, Mbappé affronta il FFF