Assassinio di Florselia: il vicino assassino gettato in prigione è un recidivo appena uscito di prigione

Assassinio di Florselia: il vicino assassino gettato in prigione è un recidivo appena uscito di prigione
Assassinio di Florselia: il vicino assassino gettato in prigione è un recidivo appena uscito di prigione
-

Ora sappiamo qualcosa dell’omicidio di Florselia Mbakoudisa Koumba, questa giovane gabonese di 22 anni trovata morta il 6 maggio vicino all’aeroporto di Libreville. L’autore del reato, Glen Junior Itsa (25 anni), che ha confessato, è stato catturato il 12 maggio dalla polizia mentre si era rifugiato a Makokou (Ogooué-Ivindo, sud-est). identificato dopo la segnalazione di ricerca, sarà riportato nella capitale gabonese da elementi della Direzione generale della ricerca (DGR, gendarmeria). È stato imprigionato venerdì scorso nella prigione centrale di Libreville.

Glen Junior Itsa è certamente un sociopatico e un criminale a sangue freddo. Questo giovane gabonese sui vent’anni, appena uscito di prigione l’anno scorso, ha ceduto ai suoi vecchi demoni quando ha incrociato la vittima di cui era anche vicino. Secondo la sua confessione, l’omicidio di Florselia è stato solo un banale incontro romantico finito in una terribile tragedia.

Un incontro con un criminale

Secondo le fonti investigative citate martedì dai nostri colleghi dell’Unione, Glen Junior Itsa aveva già trascorso un lungo periodo in prigione quando aveva solo 18 anni. Già in giovane età era colpevole di aver violentato e ucciso una ragazza di 15 anni. Un duplice delitto per il quale ha ricevuto solo 6 anni di carcere. Una liberazione dal carcere che non gli ha impedito di desiderare il prossimo e di riconnettersi con le sue inclinazioni criminali.


La giovane vittima certamente non sapeva nulla del grave passato criminale del corteggiatore del suo vicino.

Dalla sua confessione apprendiamo che i due protagonisti, non potendo vedersi nel quartiere di Plein-Ciel, sicuramente per sfuggire alla vigilanza dei genitori della giovane, si erano dati appuntamento il 4 maggio al PK5 e poi finalmente a Camp de Gaulle. , quartiere adiacente all’aeroporto della capitale gabonese. Glen Junior Itsa gli avrebbe poi offerto da bere prima di offrirgli una passeggiata romantica. Solo che la giovane non lo estese completamente fino a quell’orecchio.

Strangolata a morte e poi violentata

Dopo aver lasciato il bar e aver voluto fare sesso con lei, la vittima le ha dato un rifiuto che alla fine ha risvegliato il criminale incallito che stava ancora dormendo in questo delinquente abituale. Insoddisfatto di aver ricevuto un rifiuto, violenterà la sua vittima prima di spogliarsi per soddisfare con la forza la sua libido. Glen presumibilmente l’ha addirittura strangolata prima di poterla violentare spudoratamente.

Placata la sua sete sessuale, si renderà finalmente conto che la vittima aveva già perso la vita per strangolamento. Si è preso la responsabilità di nascondere il corpo in un cespuglio prima di scappare e lasciare Libreville il giorno dopo l’incidente. Mentre era in fuga, intendeva seminare giustizia rifugiandosi presso i parenti a Makokou dove alla fine è stato catturato dai gendarmi. Un incontro birichino con un corteggiatore al quale aver detto di no è stato fatale per la giovane. Ciò lascia una bambina di 3 anni senza madre e parenti inconsolabili.

Newsletter di Info241.com

Iscriviti ora per ricevere la nostra newsletter quotidiana

Info241.com si impegna a non inviarti messaggi non richiesti. Se cambi idea, puoi cancellarti da questa newsletter in qualsiasi momento.

-

PREV Moissac: una giornata a Viarose con Les Enfants du Toit du monde
NEXT Omicidio della piccola Rose: l’adolescente di 16 anni condannata a 20 anni di reclusione penale