Le famiglie americane sono ancora penalizzate dall’inflazione, secondo un rapporto della Fed

Le famiglie americane sono ancora penalizzate dall’inflazione, secondo un rapporto della Fed
Le famiglie americane sono ancora penalizzate dall’inflazione, secondo un rapporto della Fed
-

Le famiglie americane hanno continuato a sentirsi penalizzate dall’inflazione alla fine del 2023, anche se le pressioni sui prezzi si sono allentate, ha detto martedì la Federal Reserve. La maggior parte degli americani ha affermato che la propria situazione finanziaria è cambiata poco nell’ultimo anno, mentre i genitori hanno riferito che i tempi sono diventati più difficili.

Secondo il Survey of the Economy and Household Decision Making della Fed, circa il 72% degli adulti stava almeno bene dal punto di vista finanziario nell’ottobre 2023.

Questo dato è in calo rispetto al 78% del 2021 e al tasso più basso dal 2016, anche se non vi è stato alcun cambiamento rispetto al 73% del 2022. La percentuale di genitori che stanno almeno bene dal punto di vista finanziario è scesa di 5 punti percentuali al 64%, il livello più basso dal 2015. , quando è iniziata la raccolta dei dati.

L’inflazione rimane la principale preoccupazione finanziaria, afferma il rapporto. Il 65% degli adulti ritiene che i prezzi elevati abbiano peggiorato la loro situazione, anche se l’inflazione dei prezzi al consumo è diminuita drasticamente, dal 9% circa nel giugno 2022 a meno del 4% nel momento in cui l’indagine è stata condotta. E mentre il 34% degli intervistati afferma che il reddito mensile della propria famiglia è aumentato nell’ultimo anno, il 38% afferma che anche le spese sono aumentate.

Circa il 63% degli adulti ha affermato di poter coprire un’ipotetica spesa di emergenza di 400 dollari utilizzando contanti o equivalente, la stessa percentuale del 2022, ma in calo rispetto al record del 68% raggiunto nel 2021.

L’anno scorso è stato più difficile rispetto all’anno precedente coprire i costi di affitto di una casa, con il 19% degli inquilini che ha riferito di essere stato in ritardo con il pagamento dell’affitto ad un certo punto dell’anno precedente, rispetto al 17% nel 2022. che hanno dimostrato di essere uno dei motivi per cui l’inflazione non è scesa tanto quanto speravano i politici della Fed, sono aumentati ben più dell’inflazione nel suo insieme, con l’affitto mensile medio in aumento del 10% a 1.100 dollari, secondo l’indagine.

Il sondaggio è stato condotto tra 11.000 persone. È stato effettuato nell’ottobre 2023. (Segnalazione di Dan Burns; Montaggio di Paul Simao)

-

NEXT Indici Usa in rialzo dopo la decisione della Fed e l’inflazione