Incidente sulla Highway 50: una persona muore a causa delle ferite riportate

-

Stai navigando nel sito web di Radio-Canada

Vai al contenuto principaleVai al piè di paginaAiuto alla navigazione Inizio del contenuto principale

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

La Sûreté du Québec ha confermato la morte di uno dei feriti a bordo del veicolo investito. (Foto d’archivio)

Foto: Radio-Canada

Radio-Canada

Pubblicato alle 10:45 UTC

La Sûreté du Québec (SQ) ha confermato la morte di una persona nell’incidente avvenuto lunedì pomeriggio sull’autostrada Guy Lafleur.

Lo scontro frontale è avvenuto nella zona di Grenville.

Secondo la Sûreté du Québec, la polizia è stata chiamata nel settore di Grenville intorno alle 17:15 a causa di un forte impatto tra due veicoli. Per una ragione inspiegabile, una berlina diretta a est ha deviato dalla sua corsiaha spiegato il responsabile dell’informazione Nicolas Scholtus-Champagne.

L’auto in questione si è poi scontrata con un’auto che viaggiava in direzione ovest.

S.Q. ha successivamente confermato la morte di uno dei feriti a bordo del veicolo colpito, mentre altre due persone stanno ancora lottando per la propria vita. La quarta persona a bordo del veicolo è fuori pericolo.

Nell’altra vettura due persone hanno riportato ferite gravi, ma le loro vite non sono in pericolo, hanno riferito S.Q..

A seguito di questo incidente, un tratto dell’autostrada tra Avoca Road e Montée Fassett è stato chiuso.

È in corso un’indagine per stabilire le cause di questo nuovo incidente avvenuto sul collegamento stradale che serve l’Outaouais e il Laurentians.

Lo scorso dicembre, il problema della sicurezza sull’autostrada Guy Lafleur era stato sollevato in un rapporto del medico legale della regione Laurentides, Me Denyse Langelier. Da marzo si sono già verificati tre incidenti mortali su questa autostrada.

La sezione Commenti è chiusa

>>>>>>>>

Newsletter QUI Ottawa-Gatineau

Una volta al giorno, ricevi le notizie regionali essenziali.

-

PREV Citato in giudizio da un costruttore per “malafede”, il Comune vince la causa
NEXT Decine di ostaggi sono ancora vivi, dice un alto funzionario