“Il “Macellaio di Teheran” ha avuto solo ciò che si meritava!”: gli iraniani festeggiano la morte del presidente Raissi

“Il “Macellaio di Teheran” ha avuto solo ciò che si meritava!”: gli iraniani festeggiano la morte del presidente Raissi
“Il “Macellaio di Teheran” ha avuto solo ciò che si meritava!”: gli iraniani festeggiano la morte del presidente Raissi
-

Migliaia di iraniani hanno espresso la loro gioia dopo l’annuncio della morte del presidente Ebrahim Raissi in un incidente in elicottero.
Majid Asgaripour/via REUTERS

STORIA – Mentre Teheran annunciava un lutto nazionale di cinque giorni, un diluvio di video, battute e persino meme ha fatto il giro del web.

Corrispondente a Istanbul

Una carriera repressiva significa un destino fatale. “Il “Macellaio di Teheran” ha ottenuto solo ciò che si meritava!», giubilante Massoud, ex prigioniero di coscienza. La morte questa domenica, 19 maggio, del presidente iraniano molto conservatore, Ebrahim Raissi, in un incidente in elicottero nella provincia dell’Azerbaigian orientale, segna la fine di un viaggio politico costruito sulla violenza e sul sangue. “Da lunedì mattina, non appena mettiamo piede in una panetteria o in un negozio di alimentari, si respira un’atmosfera di festa sorprendente. I clienti si guardano consapevolmente e si congratulano a vicenda invece di esprimere le loro condoglianze», testimonia un giornalista iraniano contattato a Teheran. Per tutta la notte è rimasta incollata allo schermo del suo smartphone, seguendo minuto per minuto le operazioni di ricerca nella nebbia e nella pioggia, smistando il fiume di informazioni contraddittorie, navigando tra le righe della propaganda, fino alla morte del presidente Raissi…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Ti resta il 79% da scoprire.

Vuoi leggere di più?

Sblocca immediatamente tutti gli oggetti.

Già iscritto? Login

-

PREV Elezioni legislative 2024: la proposta di sinistra Courbon-Tokhi per riconquistare il collegio elettorale 1 di Renaissance
NEXT GNTM-Finale 2024: Die die Finalisten, Gäste e Live-Acts | Sottopressione